Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La Megabox Vallefoglia è la prima a tornare in palestra. La serie A può attendere

Ad oltre 2 mesi dall'esordio in campionato la squadra da lunedì è in palestra per cominciare l'avventura e farsi trovare pronti per la serie A2. Pronti nuovi sponsor a contribuire al progetto.

Ivano Angeli, Presidente Megabox Vallefoglia

Il Covid-19 ha privato l’allora Megabat Vallefoglia della volata playoff in serie B1 contro la Termoforgia Castelbellino e Volleyrò Casal De’ Pazzi ma ha “regalato” alla squadra di coach Bonafede l’approdo in serie A2 acquisendo il titolo sportivo.

Per preparare la prima storica avventura nella 2’ serie nazionale, la squadra che nel frattempo è diventata Megabox e passata per intero sotto il controllo della famiglia Angeli, è pronta a tornare in palestra.

La squadra non gioca una partita ufficiale dallo scorso 22 febbraio e la prima di campionato dovrebbe disputarsi tra il 26 e il 27 settembre.

Per prepararsi al meglio al via gli allenamenti da lunedì, rigorosamente a porte chiuse sulla base delle prescrizioni governative, al PalaDionigi di Montecchio.

Per la società è una nuova avventura che ha previsto uno sforzo economico impegnativo. Tra i più attivi, nonostante i molti impegni professionali, il presidente Ivano Angeli. «Sono giorni di grande attività – ha detto il massimo dirigente – e stiamo lavorando alla creazione di un gruppo di aziende che entrino a far parte del progetto Megabox volley. Le prime risposte sono incoraggianti. Nella mia mente, questa società deve diventare un patrimonio del territorio, così che si possa riportare in alto la nostra provincia con l’aiuto di tutti. L’allenatore Fabio Bonafede e il direttore sportivo Piero Babbi hanno selezionato un gruppo di atlete che sono convinto potrà far bene in serie A2. Non vediamo l’ora che si cominci, accoglieremo le ragazze domenica sera con un momento privato di benvenuto. Vogliamo che si sentano a loro agio nella nostra città, che si trovino subito al meglio in modo da poter concentrare tutte le loro energie in campo. Gli obiettivi? Andiamo avanti giorno per giorno, vogliamo dare il massimo e poi alla fine del campionato vedremo dove saremo arrivati. Non abbiamo fretta, ma vogliamo ben figurare sin da questa stagione».

L’entusiasmo non manca ma per dare la parola al campo serve ancora molta pazienza.