Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La Goldengas va a far visita al Pescara dell’ex Caverni

La Pallacanestro Senigallia formato spettacolo si appresta a sfidare domani, domenica 10 dicembre, un'altra big del girone. Gli abruzzesi sono un avversario profondamente rinnovato, ma sempre molto ostico

Un time out della Goldengas
Un time out della Goldengas

SENIGALLIA – Una Pallacanestro Senigallia dalle mille risorse vince contro Matera regalando ai propri tifosi una serata da brividi.

Decisivo ancora una volta Emiliano Paparella, in campo per 40 minuti conditi da 21 punti ed una regia impeccabile.

Prossimo appuntamento, domenica 10 dicembre (ore 18), Pescara: la compagine abruzzese, guidata da Stefano Rajola, avversario dei bianco rossi in tante battaglie, è una squadra profondamente rinnovata: perso il leader offensivo che per anni aveva condizionato il campionato di Serie B, Simone Pepe, l’Amatori ha dovuto salutare anche un elemento del calibro di Emidio Di Donato, un ex Goldengas che oggi sta facendo le fortune di San Severo.

Pescara non è di certo rimasta a guardare e dopo essersi garantita la permanenza di alcuni giocatori chiave è riuscita ad assicurarsi le prestazioni di Michele Caverni, il play fanese fino allo scorso anno in maglia Goldengas e tutt’ora amatissimo dai supporters bianco rossi.

Senigallia partirà alla volta dell’Abruzzo con tante certezze in più dopo la bella affermazione su Matera: in primis la consapevolezza di potersela giocare alla pari con tutti e, pur dovendo fare a meno di Mike Bertoni nel pacchetto lunghi, la certezza di poter contare su giocatori che a poco a poco stanno acquistando sempre più fiducia; tra tutti ha brillato la stella di Federico Ricci, il giovane lungo arrivato in estate e finora utilizzato per far rifiatare i titolari ha dimostrato di poter essere un fattore.

«Sono rimasto favorevolmente colpito da Ricci – ha affermato il tecnico della Goldengas Foglietti nel post partita contro Matera – è stato bravo a farsi trovare pronto in un momento della partita per nulla facile contro avversari molto temibili, non dimentichiamo che a noi manca Bertoni che nel reparto lunghi ci da sempre una grossa mano».

Altra piacevolissima e decisiva presenza Antonio Brighi, la sua voglia di rivalsa dopo i liberi sbagliati a Nardò gli ha permesso di portare alla causa bianco rossa 10 punti, 4 assist e tanta sostanza in difesa; ovviamente ha bisogno di tempo per integrarsi al meglio in un gruppo che fa della corsa e dello scarico veloce le sue carte vincenti, ma la strada intrapresa sembra essere quella giusta.

Ora è impossibile fare pronostici perché da una squadra come la Goldengas ci si può aspettare qualunque impresa.