Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Scooter elettrici Civitanova Marche MENCHI
Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Garden Europa Azienda Florovivaistica
Garden Europa Azienda Florovivaistica

Il King&Queen a Civitanova ancora in standby: si attende il via libera per il torneo

Il torneo, ormai attivo da 20 anni, aspetta un protocollo che sblocchi la situazione anche se «Il beach non è sport di contatto». Paolo Ficosecco ha vinto 5 edizioni e sarà l’atleta da battere anche nell’edizione 2020

Paolo Ficosecco, King of the beach in carica

Lo sport italiano è in parte ancora fermo per il Coronavirus e, in attesa delle decisioni, per ora si vive alla giornata.

“Mister King of the beach”, Fulvio Taffoni è l’ideatore ed organizzatore dei 20 anni del “King & queen beach volley tour” dagli albori del lontano 2000, sulla Spiaggia delle Corone sul lungomare nord di Civitanova Marche.

In tanti anni si è visto grande spettacolo e soprattutto ci si è divertiti in campo e sugli spalti con un unico re indiscusso, Paolo Ficosecco, che domina l’albo d’oro con 5 edizioni vinte. La macchina organizzativa del KingQueen beach volley tour è pronta ma occorre aspettare le decisioni del governo in materia di sport di contatto e di conseguenza le autorizzazioni Fipav. Essendo un torneo federale occorre avere il nulla osta. Il problema è legato (non è una novità), a seguire le disposizioni del governo, in tema di eventi estivi e di afflusso di pubblico.

L’idea è che il torneo anche nell’edizione del 2020 si possa fare anche se non nella data abitualmente prevista agosto, i canonici giorni 10-11.

Il presupposto che ha fermato il beach volley è che si tratti di una disciplina di contatto, opzione contro la quale tutti i beachers, a partire dallo stesso Ficosecco, si sono sempre opposti.

La tesi è che il beach volley debba essere catalogato come sport individuale come ha anche riconosciuto il Coni, e non possa essere inglobato nelle stesse dinamiche della pallavolo indoor come invece sta ancora succedendo. Del resto 2 atleti giocano in 64mq, quindi il distanziamento c’è.

Dalla Fipav ci si attende un protocollo che autorizzi l’attività sulla sabbia e la conseguente organizzazione dei tornei tra cui la rassegna di Civitanova che richiamerà come al solito i migliori interpreti.