Jesina Pallanuoto, è il giorno della verità

Domani sabato 15 giugno a Salerno gara 2 dei playout salvezza: dopo il successo per 11-9 di una settimana prima, serve il bis per festeggiare la permanenza in serie B o si torna alla "bella" ad Ancona il 22

JESI – È il giorno della verità per la Jesina Pallanuoto: domani, sabato 15 giugno, alle 15.30, va in scena a Salerno la gara di ritorno della serie playout e i granata, dopo la vittoria per 11-9 sulla Swim Pagani in gara 1, vogliono chiudere il conto e riuscire a festeggiare una storica salvezza in serie B.

Altrimenti tutto sarà rimandato alla bella del successivo sabato, 22 giugno, alla piscina del Passetto di Ancona.

Il pubblico granata della Jesina Pallanuoto

Non ci sono scorciatoie o vie di fuga. Se al termine dei tempi regolari sarà pareggio, la partita si deciderà con la lotteria dei rigori. L’11-9 dell’andata con cui i granata hanno battuto Pagani è già stato cancellato perché si riparte da zero e sarà tutta un’altra partita quella da disputare.

Si giocherà in un catino infernale, come è bello che sia, e la Jesina non sarà sola: diverse le auto private di sostenitori al seguito dei leoncelli. Torna in panchina dopo la squalifica mister Giacomo Iaricci, che fa il punto della situazione: «Sabato scorso, dopo una partenza difficoltosa, abbiamo mantenuto la calma disputando una buona gara. Sappiamo che dobbiamo sfruttare il nostro contropiede e giocare con calma in attacco per cercare le superiorità. In difesa dobbiamo fare grande attenzione al loro Centro. Siamo fiduciosi».