Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Jesina Calcio Femminile, goleada di speranza. «A segno tutta la voglia di ripartire»

Alla ripresa del campionato di C dopo due mesi e mezzo, le leoncelle hanno dominato contro Spoleto. «Le ragazze non hanno mai mollato e si sono sempre allenate con una frequenza impressionante nell'attesa»

La Jesina Calcio Femminile (foto da Fb Jesina Calcio Femminile)

JESI – «Le ragazze hanno portato in campo tutta la loro speranza di ripartire e tutto il loro entusiasmo. Si spiega così, oltre che con un avversario di cui vanno riconosciute le difficoltà e le tante assenze, il risultato». Emanuele Iencinella, tecnico della Jesina Calcio Femminile commenta così la sospirata ripresa del campionato di Serie C e delle sue leoncelle. Domani scorsa, due mesi e mezzo dopo l’ultima gara, la formazione jesina ha superato nella quinta di campionato una rimaneggiata Ducato Spoleto.

Emanuele Iencinella, tecnico della Jesina Calcio femminile
Emanuele Iencinella, tecnico della Jesina Calcio femminile

Al di là e più del 14-0 finale in favore della Jesina (a segno quattro volte Tamburini, due ciascuna Verdini e Oleucci e poi Ventura, Zambonelli, Battistoni, Gambini, Prosperi, Laface), la notizia che conta è essere tornati a giocare. «Un traguardo intermedio importante nella nostra corsa- dice Iencinella- per quasi tre mesi le ragazze ci hanno fortemente sperato, timorose che, come era già capitato lo scorso anno, potessero venirsi a creare delle false aspettative poi deluse. Ma non hanno mai mollato, hanno continuato ad allenarsi con una frequenza impressionante anche se erano scettiche. Nessuna di loro è mai andata al di sotto delle tre sedute settimanali, molte hanno sempre fatto anche la quarta, invece di fare da sole a casa. Per questo quando finalmente sono potute andare in campo sono state una sorta di “arma dinamitarda”. Del risultato in sé non c’è da vantarsi, l’avversario a differenza nostra si era potuto allenare poco e male. Ma la partita l’abbiamo ben interpretata, con 5 reti a segno in 20’ e poi solo under 20 in campo nella ripresa».

Nelle prime quattro giornate prima della sospensione la Jesina aveva raccolto due vittorie (4-1 all’esordio sull’Aprilia, 1-7 a Civitanova) e due stop: a Sassari per 2-0, in casa contro il Filecchio per 2-3. «Siamo a 6 punti dalle prime- dice Iencinella- ed è un peccato, perché se solo fossimo stati meno penalizzati da qualche fischiata proprio nella gara dominata per occasioni e persa col Filecchio, saremmo potuti stare un gradino più su. Il prossimo turno ci porterà in trasferta a Reggio Emilia in casa del Cella: appuntamento a domenica 31, dopo i tamponi di routine che dovremo eseguire il venerdì prima. Poi nel turno successivo riceveremo in casa l’Arezzo, una delle prime e probabilmente la formazione più forte del torneo».