Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Inzaghi ha detto no. L’Ascoli non ha ancora un allenatore: adesso è sfida tra Vecchi, Viali e Bucchi

Sul fronte calciatori, invece, il Bari sarebbe interessato al capitano Dionisi, che però non dovrebbe lasciare il Picchio

Stefano Vecchi

ASCOLI – Pippo Inzaghi ha detto no. E l’Ascoli è costretta a cambiare strategia. Non si dirime ancora, in casa bianconera, ormai a un mese dalla fine della stagione, dopo il ko rimediato ai playoff contro il Benevento lo scorso 13 maggio, la matassa relativa alla scelta del nuovo allenatore. Inzaghi, infatti, ex attaccante di Milan e Juventus, nonché campione del mondo con la nazionale italiana di Marcello Lippi nel 2006, ha rifiutato la proposta avanzata dal patron Massimo Pulcinelli e dal direttore sportivo Marco Valentini. “Super Pippo” rappresentava la prima scelta per l’Ascoli, come annunciato anche su Instagram dallo stesso Pulcinelli, dunque per la società picena sarà necessario sondare altre strade. E bisognerà farlo il prima possibile, per evitare che altri allenatori trovino casa altrove, come accaduto ad esempio per Castori. Quest’ultimo, infatti, era stato seguito dal Picchio ma poi ha firmato per il Perugia.

Le alternative

I due nomi che, al momento, sembrano in pole position sono quelli di Stefano Vecchi e William Viali. Più defilata, invece, la pista che porterebbe all’ex attaccante bianconero Cristian Bucchi. Quest’ultimo, che ha militato nell’Ascoli una quindicina di anni fa da giocatore. Con il Picchio nella sua carriera di calciatore ha collezionato 66 presenze andando in gol in 21 occasioni. È reduce da una bella esperienza alla Triestina, in serie C, dove ha raggiunto i playoff, anche se poi la formazione alabardata non è riuscita a giocarsi molte chance per sognare la B. Bucchi costituisce un profilo giovane, ma allo stesso tempo con esperienze già maturate in cadetteria con Perugia, Benevento ed Empoli. Per quanto riguarda Vecchi, invece, il tecnico ex Inter arriva da una buonissima annata vissuta alla Feralpisalò, sulle rive del Garda. La squadra, infatti, anche grazie al suo allenatore, è arrivata fino alla semifinale dei playoff di serie C. Infine, l’altro nome è quello di William Viali, che quest’anno ha disputato un buon campionato, sempre in terza serie, con il Cesena.

L’altro fronte: i calciatori

Intanto, tiene banco anche il mercato per quanto concerne i calciatori, sebbene molto dipenderà dal nuovo allenatore. Sarà il tecnico, infatti, a discutere con la società in merito a chi trattenere, chi lasciare eventualmente andar via o chi cercare da altre squadre. Nelle ultime ore si è parlato di un interessamento del Bari, neopromosso in serie B, per l’attaccante e capitano bianconero Federico Dionisi. Sembra alquanto improbabile, però, che il bomber possa lasciare l’Ascoli, soprattutto perché ormai è diventato un punto di riferimento nello spogliatoio e ha costruito uno splendido legame con la tifoseria. Diverse sirene, poi, hanno riguardato anche il portiere Leali. Anche lui, però, dovrebbe restare in bianconero almeno per un’altra stagione, essendo stato uno dei punti fermi dell’Ascoli di mister Sottil.