Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Il “martello” di Sara Zuccaro ha ben figurato ai Campionati Italiani

A Padova, la portacolori dell'Atletica Fabriano ha conquistato l'11° posto tra gli Assoluti, con un pizzico di rammarico per il secondo lancio (nullo) che poteva essere ancor più interessante...

Sara Zuccaro (lancio del martello) dell'Atletica Fabriano a Padova in occasione dei Campionati Italiani Assoluti

FABRIANO – Sara Zuccaro dell’Atletica Fabriano, diciannovenne pluricampionessa italiana di lancio del martello in tutte e tre le categorie agonistiche giovanili in cui ha gareggiato (Cadette, Allieve e Junior), è tornata da Padova con un soddisfacente 11° posto nel Campionato Italiano Assoluto, conquistato ieri – sabato 29 agosto – al cospetto di tutte le migliori d’Italia. 

Sara è stata decisamente penalizzata da un secondo lancio nullo che se chiuso bene avrebbe potuto essere decisamente interessante, seguito poi da un terzo, ugualmente nullo e non particolarmente convinto. Le è rimasto il primo, con metri 51.05, assolutamente da non buttare, considerando il periodo e la concorrenza. E, in ogni caso, aver centrato la finale a dodici il giorno prima (venerdì) con la misura di metri 52.31 che le è valsa il settimo posto in qualificazione, è motivo di orgoglio e soddisfazione. 

Scorporando la classifica, Sara – inoltre – è stata la prima delle Junior e, in vista del Campionato Italiano di categoria, si può davvero sperare nella conferma del titolo del 2019, che sarebbe il quarto in carriera, traguardo davvero difficile da eguagliare. 

Ora il problema, per il suo allenatore Pino Gagliardi e per l’atleta, sarà cercare una location per qualche buon allenamento, visto che lo stadio di Fabriano è temporaneamente non praticabile poiché finalmente è iniziato il rifacimento della pista di atletica e della gabbia per i lanci. 

Intanto, a Misano Adriatico, Matteo Spuri ha cercato di nuovo un crono sotto agli 11″ netti nei 100 metri. Anche stavolta non è andata e si è dovuto accontentare di un 11″19 che non gli rende giustizia. Il personal best rimane 10″94, ottenuto alla prima esperienza in quel di Rieti, ma ha ancora diverse situazioni da vivere per tentare di migliorare, compresi i Campionati Italiani Promesse di Grosseto tra tre settimane.

Per quanto riguarda un’altra promessa biancorossa, Sofia Coppari, ha tolto i tanti punti di sutura esterni che, a seguito di un incredibile infortunio in bici, l’hanno costretta ad uno stop forzato, quanto mai inopportuno in vista dei Campionati Italiani Allieve ormai imminenti (Rieti, 11-13 settembre). Lei è bronzo ai tricolori indoor nel getto del peso e, quanto meno, avrebbe avuto la possibilità di confermarsi su quel gradino del podio. Il condizionale è d’obbligo, viste le sue attuali condizioni, ma Sofia è pronta a tentare di tutto, anche soffrendo e stringendo i denti, per gettare nella mischia agonistica le sue grandi potenzialità.

Intanto martedì sera primo settembre, alle 20.50, ad Ancona sarà di scena la Junior Camilla Gatti in un meeting preliminare. Lei è un asso nella Marcia, ma ora che è decisamente in conflitto con questa disciplina, cerca soddisfazioni nel mezzofondo. Ad Ancona affronterà un 5000 metri, mai esplorato in precedenza, ma che dovrebbe esserle ben più congeniale del 3000 con cui ha esordito positivamente qualche settimana or sono. 

Sara Zuccaro impegnata in un lancio del martello (foto di repertorio)