Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La Halley Thunder Matelica fa sudare la capolista La Spezia

In A2 femminile, la squadra di coach Cutugno sconfitta a domicilio dalla quotata formazione ligure. Troppi errori ai tiri liberi hanno compromesso una partita ben disputata

Debora Gonzalez, punto di forza della Halley Thunder Matelica, al tiro nella cuore della difesa di La Spezia (foto di Marco Teatini)

CERRETO D’ESI – Al termine di un match intenso ed emozionante, la Halley Thunder Matelica è stata superata in casa dalla Cestistica Spezzina di La Spezia per 53-59 nella nona giornata del campionato di serie A2 femminile di pallacanestro. 

Le matelicesi di coach Orazio Cutugno (che restano a 6 punti in classifica) sono state brave a tenere testa alla quotata squadra ligure, che grazie a questo successo sale provvisoriamente al primo posto in classifica raggiungendo a quota 14 punti San Giovanni Valdarno (in campo oggi a Battipaglia).

La Halley Thunder può recriminare per un’altra serata storta ai tiri liberi, appena 10/22, percentuale che alla fine ha condannato il team biancoblù, unica nota stonata in un match per il resto gestito in maniera perfetta a livello tattico e tecnico, in cui è stato tenuto ben 14 punti sotto media l’attacco di La Spezia (il miglior del girone a 73,5). 

La Cestistica Spezzina ha certamente meritato il successo per aver condotto gran parte dell’incontro, con un massimo di dieci punti in un paio di circostanze, ma la Halley Thunder non si è mai data per vinta ed è arrivata in più occasioni ad un tiro dall’aggancio, dimostrando ancora una volta grande carattere.

Le matelicesi partono forte, 8-3 al 4’ grazie alle soluzioni di Aispurùa e Pallotta. Ma ben presto La Spezia, saggiamente orchestrata dalla Castellani, mette il naso avanti al 6’ con due liberi di Zolfanelli (8-9).

La coriacea N’Guessan e l’esperta Templari conducono La Spezia al massimo vantaggio di +10 al 15’ (15-25), ma Matelica non cede e, anzi, piazza un parziale di 9-2 che consente di andare al riposo lungo a contatto sul 24-27.

Nel terzo quarto La Spezia torna a +8 nonostante la serata storta della canadese Cerino, ma ancora una volta la Halley Thunder – che regge bene a rimbalzo (Pallotta 13 catture) e cerca di controllare il ritmo – si riavvicina al 29’ sul 39-41 con una tripla della Gonzalez.

La grande carica matelicese si concretizza con un canestro della Albanelli che al 33’ (42-43) sembra riaprere completamente i giochi. 

Ma, nell’azione successiva, viene sanzionato un molto discutibile fallo tecnico per simulazione a Debora Gonzalez e un successivo fallo tecnico alla panchina matelicese: in questa convulsa fase la Halley Thunder perde per un paio di minuti il filo della partita e La Spezia vola di nuovo a +10 (42-52 al 35’).

Matelica si ritrova ancora una volta dimostrando di avere sette vite: Gonzalez, Albanelli e Takrou la riportano a -4 (50-54 al 38’ e 53-57 al 39’), ma sul fronte ligure Castellani da tre e Colognesi da sotto sono implacabili nel sigillare la vittoria in favore della propria squadra, che sbanca il palasport di Cerreto d’Esi per 53-59.

«Purtroppo anche stasera la nostra percentuale ai tiri liberi è stata carente e a questo livello fa la differenza – è il commento alla partita di Paolo Marcellini, vice allenatore della Halley Thunder Matelica. – Per il resto abbiamo eseguito molto bene il piano partita che avevamo preparato, tenendo La Spezia ampiamente sotto la sua soglia di punti segnati. Facciamo i complimenti alla squadra ligure perché è veramente forte e con individualità importanti». 

La Halley Thunder Matelica tornerà in campo mercoledì 8 dicembre in trasferta a Savona per il match di recupero della quinta giornata di campionato, poi sabato 11 dicembre di nuovo tra le mura amiche con Umbertide.

Halley Thunder Matelica – Cestistica La Spezia = 53-59 

Halley Thunder Matelica – Stronati ne, Albanelli 6 (3/4, 0/1), Ardito ne, Gramaccioni 10 (2/4, 1/4), Gonzalez 15 (3/16, 2/5), Zamparini, Aispurùa 7 (1/3, 1/1), Michelini, Pallotta 7 (3/9), Takrou 7 (2/4, 1/7), Franciolini 1, Offor. All. Cutugno

Cestistica La Spezia – Colognesi 7 (2/3, 1/1), Templari 9 (3/9, 0/2), Cerino 4 (0/7, 0/3), Zolfanelli 7 (1/3, 1/2), Serpellini, Castellani 14 (4/10, 2/6), Pini 6 (3/5 da 2), N’Guessan 12 (4/10, 0/3), Meriggi ne, Guerrieri ne. All. Corsolini

Arbitri – Servillo di Termoli e Di Tommaso di Pescara

Parziali – 13-14, 11-13, 15-14, 14-18

Andamento – 13-14 al 10’, 24-27 al 20’, 39-41 al 30’, 53-59 finale