Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Halley Thunder Matelica, la serie positiva si è fermata a tre

Basket serie A2: le ragazze di coach Cutugno, avanti anche di 17 punti, hanno poi subìto la rimonta e la sconfitta per mano della Pallavolo Vigarano

Debora Gonzalez ha segnato 29 punti, ma non sono bastati alla Halley Thunder Matelica (foto: Paolo Peverieri)

FABRIANO – La settima giornata di ritorno del campionato di serie A2 femminile di basket è risultata amara per la Halley Thunder Matelica che, sconfitta 73-76 dalla Pall. Vigarano, ha visto interrotta a tre successi di fila la sua serie positiva, con la classifica ferma a quota 16.

Un successo avrebbe consentito alle marchigiane di “svoltare” verso la zona playoff, mentre la sconfitta le risucchia nel calderone della zona playout, visto che dagli altri campi sono arrivati risultati non favorevoli come – ad esempio – i successi esterni di Capri a Ponte Buggianese (63-73) e di Battipaglia a Selargius (47-50).

Per il resto, La Spezia si avvicina al vertice avendo battuto nettamente Patti per 86-58, mentre – sempre nelle zone alte – Umbertide ha fatto il blitz a Firenze per 55-62. Alcuni casi di Covid non hanno consentito di giocare gli incontri Savona vs San Giovanni Valdarno e Civitanova vs Cagliari.

Tornando a parlare del match della Halley Thunder Matelica, la squadra di coach Orazio Cutugno si è vista sfuggire una vittoria che ad un certo punto della partita (+17 al 25’) sembrava ampiamente in mano alle marchigiane, trascinate da Debora Gonzalez (29 punti alla fine).

Onore al merito della Pallacanestro Vigarano, che non ha mai mollato, ci ha creduto e – guidata dalla giovanissima Anna Capra (classe 2003, autrice di 16 punti personali negli ultimi 12 minuti) – ha risalito la china sorpassando a 35 secondi dalla sirena e imponendosi alla fine per 73-76.

È stata una gran bella partita, di alto profilo tecnico e tattico, nonché emotivo.

Dopo un primo quarto sostanzialmente equilibrato e caratterizzato da pregevoli esecuzioni offensive (Gonzalez da una parte, Sorrentino dall’altra), la Halley Thunder dà gas al motore nella seconda frazione: Albanelli apre le danze con cinque punti in fila, Gonzalez punisce in penetrazione e Gramaccioni con un canestro di gran classe al 18’ fa +11 (42-31).

Matelica continua a volare dopo il riposo lungo: la squadra è straordinariamente in fiducia e sui ventotto metri gioca che è una delizia, Gonzalez ne mette nove quasi in fila, Michelini agisce in contropiede e al 25’ il tabellone annuncia il massimo vantaggio della Halley Thunder sul +17 (57-40).

Vigarano sembra alle corde e può apparire anche un po’ stanca dal ravvicinato match di recupero giocato appena 72 ore prima con Umbertide, ma nel volgere di pochi minuti qualcosa cambia.

Il coach ferrarese Borghi pesca dalla panchina la giovane Capra che in meno di un minuto mette sei punti in fila, 63-52 al 29’. Le compagne le vanno dietro e rientrano in fiducia, mentre Matelica sembra pian piano perdere quelle certezze che l’avevano sospinta fino a quel momento. 

Nell’ultimo quarto Vigarano continua a rosicchiare, la Halley Thunder segna appena quattro punti nei primi sei minuti sciupando qualcosa di troppo dalla lunetta, mentre al 36’ Capra firma la parità sul 69-69 al termine dell’ennesima scorribanda.

Gonzalez cerca di caricarsi Matelica sulle spalle e al 39’ infila uno splendido “jump” che significa 71-69, ossigeno puro per i colori biancoblù. 

Ma da questo momento in poi Vigarano è più lucida nei possessi chiave, risponde con un break di 0-5 in quaranta secondi (71-74) e sigilla il successo fino al conclusivo 73-76.

«Sapevamo che Vigarano è una squadra ben costruita e che punta in alto, ha esperienza e talento – è il commento alla partita del coach matelicese Orazio Cutuigno. – Noi abbiamo impostato la partita cercando di mettere in campo più aggressività e per due terzi di partita ci siamo riusciti. Poi siamo calati nella metà campo difensiva, dove abbiamo concesso un po’ troppe iniziative alle loro giocatrici migliori. In attacco abbiamo perso ritmo quando Vigarano ha cambiato difesa. E’ stata un’altra partita in cui siamo riusciti a produrre tanti tiri, anche molti di già delle avversarie, però purtroppo non siamo riusciti a concretizzarli. Tutto ciò ci è costato la rimonta di Vigarano e la sconfitta».

Per la Halley Thunder Matelica, ora, è in arrivo un match importantissimo in chiave salvezza: sabato 19 marzo ancora in casa al palasport di Cerreto d’Esi (ore 18.30) si giocherà il derby marchigiano con la Feba Civitanova, desiderosa di risalire dall’ultima posizione in classifica.

Halley Thunder Matelica – Pall. Vigarano = 73 – 76 

Halley Thunder Matelica – Ridolfi ne, Stronati ne, Albanelli 5 (1/3, 1/2), Ardito 2 (1/3), Gramaccioni 15 (5/12, 0/5), Gonzalez 29 (7/14, 3/9), Zamparini 1 (0/5, 0/1), Aispurùa 6 (2/5, 0/5), Michelini 5 (1/2, 1/3), Pallotta 6 (3/4), Franciolini 4 (2/4, 0/1), Offor; all. Cutugno

Pall. Vigarano – Sorrentino 19 (3/7, 1/2), De Rosa 2 (1/3), Perini 7 (2/6, 0/2), Olodo, Dentamaro 5 (1/1, 1/1), Bagnoli ne, Farina, Coser 7 (2/10, 1/5), Pepe, Sarni 20 (3/7, 4/6), De Liso ne, Capra 16 (5/6, 0/2). All. Borghi

Parziali – 19-21, 23-13, 23-22, 8-20

Arbitri – Del Gaudio (Na) e Di Tommaso (Pe)

Classifica – San Giovanni Valdarno 30; La Spezia 28; Umbertide e Firenze 26; Vigarano 20; Selargius, Cagliari e Battipaglia 18; Savona, Matelica e Capri 16; Patti 14; Ponte Buggianese 10; Civitanova Marche 8.