Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Futsal, Trozzi: «Con la Trecolli Montesicuro per arrivare in alto»

L'ex pilastro della Bftm Numana Cameranese ha accettato la sfida anconetana. Ambizioni nobili e volontà di creare un settore giovanile insieme all'amico Massimiliano Marchegiani

Trozzi Marchegiani - Copia
Massimiliano Trozzi (a sx) e Massimiliano Marchegiani (a dx) insieme nella Trecolli Montesicuro

ANCONA- Massimiliano Trozzi torna nel mondo del Futsal. La notizia, nell’aria da un po’ di giorni, è diventata ufficiale questa mattina con l’approdo dell’ex pilastro della BFTM Numana Cameranese alla Trecolli Montesicuro (società di serie C1). Dopo l’uscita dal calcio a 5 nel 2013, Trozzi ha ottenuto ottimi risultati nel calcio a 11 come direttore sportivo del Camerano (approdo in Eccellenza e vittoria della Coppa Marche d’Eccellenza) e del Villa Musone. La sfida nella Dorica è chiara, c’è tutta la volontà di portare i biancorossi nei campionati nazionali di futsal.

L’entusiasmo non può che essere quello dei giorni migliori: «Rientro principalmente per il rapporto che mi lega a Massimiliano Marchegiani (ds della Trecolli ndr) – ha spiegato Trozzi -. Ho visto un’ottima progettualità, c’è voglia di far bene e in modo serio. Questi sono gli aspetti che mi hanno convinto. Sono contento di aver scelto la Trecolli anche se il momento generale, con l’emergenza Coronavirus, non concede entusiasmi».

Oltre all’aspetto prettamente tecnico, quello legato al campo, non manca la volontà di costruire un settore giovanile così da lasciare un’impronta salda nel tempo: «Metteremo insieme diverse forze, la dirigenza è molto solida. Dove puntiamo ad arrivare? Sarebbe bello provare a raggiungere la serie A2, dove non sono mai arrivato prima. Lo faremo facendo i passi giusti e ponderati. Un’altra priorità è la creazione di un vivaio, ho espresso questo volere sin da subito alla società. Provare a costituire un paio di categorie giovanili, magari destinandole alla nostra struttura di Montesicuro in gestione. Per la prima squadra, vista l’intenzione di puntare alla serie B, potremmo valutare anche altri impianti. Sono tutte cose su cui lavoreremo appena possibile».

Un futuro tutto da scrivere tra campo e dirigenza: «Con Davide Bilò (player manager della squadra) non ho ancora parlato. Non voglio entrare in aspetti tecnici di questa stagione perchè il mio lavoro inizierà dall’anno prossimo. Tra l’altro c’è ancora da capire come si concluderà quest’annata. Entro come direttore generale con Massimiliano Marchegiani direttore sportivo. Vogliamo fare bene».