Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Futsal, tra scudetto e Coppa Italia: la fantastica stagione dell’Under 19 del Corinaldo

I baby biancorossi ospitano l’Olimpia Regium Reggio Emilia e vanno a caccia delle Final Eight della coccarda tricolore. In tasca intanto c’è già il pass per gli ottavi di finale di campionato

Un'esultanza dell'Under 19 del Corinaldo

CORINALDO – L’Under 19 del Corinaldo si sta regalando una soddisfazione dietro l’altra. La squadra allenata da mister Francesco Ferri è l’unica marchigiana rimasta a contendersi il campionato e la Coppa Italia di futsal.

I baby biancorossi, la scorsa domenica (16 maggio), hanno conquistato gli ottavi di finale scudetto, avendo la meglio 3-2 dello Sporting Hornets Roma (doppietta di Rotatori e gol di Rigamonti). Domenica prossima – 23 maggio –, faranno visita all’ambiziosa Regalbuto, una delle favorite, e in palio ci sarà l’accesso ai quarti.

Ma non è finita qui, pure in Coppa Italia il Corinaldo sta ricomprendo un ruolo da grande protagonista, rappresentando le Marche in orbita anche in questo caso nazionale. Domani – mercoledì 19 maggio –, Rotatori e compagni ospiteranno l’Olimpia Regium Reggio Emilia, fischio d’inizio fissato alle 19 e gara che sarà visibile in diretta streaming sulla pagina Facebook del Corinaldo.

Chi vince accede alle Final Eight della coccarda tricolore, chi perde saluta la competizione. Un dentro o fuori che potrebbe far sorridere la squadra di Ferri ancora una volta. Proprio il tecnico racconta così le sue emozioni: «Innanzitutto complimenti ai ragazzi, sono stati straordinari! Domenica s’è vista l’anima di questa squadra, bella e pulita. Questa Under 19 è la somma di un lavoro iniziato anni fa dalla società, dagli allenatori che si sono susseguiti; sono ragazzi che negli anni scorsi hanno lavorato bene e adesso iniziamo a raccogliere qualche frutto. Sono molto contento di essere l’unica squadra marchigiana arrivata fino a questo punto. Intanto domani abbiamo un’altra gara importantissima: se vinciamo siamo alla Final Eight di Coppa Italia, mi piacerebbe molto andarla a giocare». E ancora: «Qualcuno mi ha detto che siamo arrivati fin qui a causa dei campionati ridotti, forse è vero, ma mi viene anche da dire che tutte le società che si sono iscritte al campionato e hanno partecipato sono tutte quelle che credono nel settore giovanile e ci investono. Il Corinaldo l’ha fatto ed io sono molto soddisfatto della decisione presa perché a parole credono tutti nei giovani poi con i fatti fanno tutti un passo indietro. Invece qua ci hanno creduto e siamo andati avanti».

Tra scudetto e Coppa Italia, i sogni del Corinaldo continuano.