Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Il Campocavallo dopo le FinalsCup vuole la rinascita in C1

Dopo aver conquistato in rimonta le finali di Coppa Marche di gennaio con il Potenza Picena, gli osimani di Andrea Pizzichini devono assolutamente risollevarsi in campionato dove attualmente occupano l'ultimo posto in classifica

Giuseppe Monteferrante, laterale del Campocavallo

OSIMO- Un’aria strana in casa Campocavallo. L’aria della vigilia di una partita da non sbagliare perchè la classifica impone un pronto riscatto. Gli osimani di Andrea Pizzichini, attualmente, occupano l’ultimo posto in classifica e domani ore 15.00 riceveranno al PalaManuali lo Sporting Grottammare, diretta concorrente per la salvezza. Nel mezzo, in settimana, c’è stata l’esaltante qualificazione ai rigori ai danni del Futsal Potenza Picena dove il 2-0 dell’andata per i potentini è stato ribaltato con un 3-1 nei minuti regolamentari e dal conseguente successo ai penalty. Tra i protagonisti c’è stato Giuseppe Monteferrante, autore della seconda rete, e considerato tra gli elementi di qualità ed esperienza a cui il Campocavallo deve appoggiarsi per venir fuori dal difficile momento:

«La vittoria di Coppa è stata una bella soddisfazione – spiega in numero dieci biancoblu -. Va detto che gli avversari erano un po’ rimaneggiati ma ribaltare un 2-0 di partenza non è mai semplice. Spero ci dia una carica morale anche perchè gli avversari in campo del Potenza Picena erano tutti giocatori molto validi». Sabato la testa al campionato dove la classifica va modificata il prima possibile: «La qualità della rosa è buona e i valori assoluti ci sono. Chiaro che adesso serve una svolta, da parte di tutti. Da noi giocatori in primis fino all’allenatore, ai dirigenti e tutto l’universo Campocavallo. Dovremo cercare in campo di non ripetere più gli errori fatti fino a questo momento».

La chiusura sul suo momento individuale, consapevole dell’importanza che riveste nello scacchiere di mister Pizzichini: «Sono pronto a dare il mio contributo sempre e in ogni momento. Fino ad ora non ho segnato tantissimo e spero già nelle prossime gare di incidere maggiormente anche in zona gol»