Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Futsal, l’Italservice Pesaro vince la Coppa Italia nel segno di Super Sayan Borruto

Battuta la Feldi Eboli nell'atto finale delle Final Eight di Rimini. Può esultare patron Lorenzo Pizza, la sua squadra è entrata nella storia, ancora una volta

Esulta il cobra Borruto, MVP delle Final Eight

RIMINI – L’Italservice Pesaro alza al cielo la Coppa Italia. I biancorossi piegano la Feldi Eboli 5-3 in finale e conquistano per la loro prima storica volta la coccarda tricolore.

Nel segno di Cristian Borruto, per l’occasione in versione Super Sayan: biondo platino, inarrestabile ed eletto MVP delle Final Eight. Il fenomeno argentino ieri aveva rifilato un poker al Todis Lido di Ostia e oggi con una doppietta ha trascinato i suoi compagni verso un successo così prestigioso.

Ma è il trionfo di tutti. Di patron Lorenzo Pizza e famiglia che dopo uno Scudetto e una Supercoppa Italiana arricchisce la bacheca rossiniana anche con la Coppa Italia della massima serie di futsal. Di mister Fulvio Colini, un vincente di natura. Di tutto il gruppo, soprattutto, che circa un mese fa fu colpito (in gran parte) dal Covid e la partecipazione a questa manifestazione non era poi così sicura. Pochi allenamenti sulle gambe, condizione atletica lontana dai tempi migliori ma una fame, nonostante tutto, enorme.

Poi mettici una Feldi Eboli eroica, capace di eliminare in semifinale ai rigori l’altra super favorita Acqua&Sapone e mai doma anche oggi. I campani però hanno impattato un’Italservice in formato stellare.

All’intervallo ci si arriva sul 4-0. Cuzzolino con un missile apre le marcature, il cobra Borruto morde due volte, prima su assist di De Oliveira poi di Marcelinho. Quest’ultimo nel finale di prima frazione arrotonda da piazzato.

Nella ripresa, va a segno Honorio. Il tecnico della Feldi Alberto Riquer si gioca inevitabilmente la carta del quinto di movimento, Canabarro accorcia sul 5-1, Luizinho timbra il 5-2 e ancora Canabarro il 5-3 allo scadere. Ma non basta, l’Italservice regge l’urto, saracinesca Miarelli mette una pezza dove può, a volte anche dove non avrebbe potuto e si arriva così alla sirena.

Esulta Pesaro, esultano i pochi spettatori di fede biancorossa presenti all’RDS Stadium di Rimini, sede dell’intera manifestazione. Capitan Tonidandel alza la coppa e l’Italservice entra nella storia. Ancora una volta.