Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Futsal, Italservice Pesaro la società più vincente delle Finals: che trionfi per U21 e U17

Il sodalizio biancorosso ha alzato la Coppa Marche in due categorie: è stato l'unico club del 2022 a compiere questa impresa

L'Under 17 dell'Italservice Pesaro esulta per la Coppa Marche 2022

PESARO – L’Italservice Pesaro esulta (anche) per i successi del proprio settore giovanile. La scorsa settimana si sono disputate le Iplex Finals Cup 2022 al PalaSavelli di Porto San Giorgio. Oltre ai titoli Coppa Marche riservati alle categorie di Serie C maschile e femminile, anche i giovani hanno lottato per alzare il trofeo.

L’Italservice Pesaro ha vinto la Coppa Marche Under 21 e Under 17, diventando l’unico club della regione capace di esultare in due categorie differenti. I più grandi, allenati da mister Stefano Zengarini, appoggiato da Massimo Fabini, hanno superato 7-1 il CSI Stella in finale. L’Under 17 guidata dal tecnico Federico Baldarelli, coadiuvato da Massimo Castellini e Stefano Chieli, ha bissato poche ore dopo, imponendosi sempre 7-1 contro il Recanati.

I due responsabili del settore giovanile Daniele Ortolani e Francesco Serfilippi sorridono: «Dietro a questi obiettivi raggiunti c’è il lavoro di squadra – racconta Ortolani -. L’arrivo di Francesco ha contribuito alla visione della progettualità, senza voler rincorrere il risultato nell’immediato, lavorando in serenità. I nuovi mister arrivati hanno centrato i risultati, sono stati veramente bravi a raccogliere e a far fruttare il lavoro svolto dagli allenatori negli anni precedenti. Penso a Juanba, a Ravoni, che non sono più in società, ma che comunque in passato hanno contribuito fortemente a far crescere i ragazzi».

Serfilippi: «Le famiglie negli anni hanno creduto nel progetto biancorosso e hanno permesso ai ragazzi  di venire ad allenarsi nel rispetto dei protocolli. Come dice il dottor Sammy Marcantognini, quello di portare i figli agli allenamenti era per loro la cosa più scomoda da fare considerando la pandemia. L’unione di intenti ci ha permesso di vincere anche sul campo, e chissà se in futuro arriveranno altri risultati così belli. Magari formeremo altri ragazzi come Tommaso Vesprini, arruolato in prima squadra, o Filippo Mariani, anch’egli spesso con i grandi, e magari presto giocheranno pure con Tonidandel e gli altri campioni della Serie A. È un sogno molto difficile da realizzare ma ce la metteremo tutta».