Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Futsal, Italservice Pesaro in campo il 16 gennaio con l’ACCS: si avvicina la Champions League

Ai sedicesimi di finale il club pesarese sfiderà a Parigi l'asso Ricardinho, cinque volte pallone d'oro, e mister Velasco, uno degli allenatori più vincenti

Mister Fulvio Colini con i suoi giocatori

PESARO – Entra sempre più nel vivo la Champions League per l’Italservice Pesaro e dopo il sorteggio di Nyon di pochi giorni fa, ecco finalmente la data e l’ora ufficiale della sfida dei sedicesimi di finale della massima competizione europea per club di futsal.

Il team di mister Fulvio Colini scenderà in campo il 16 gennaio alle ore 19 a Parigi, alla Teddy Riner Arena, contro l’ACCS Futsal Club.

Una partita difficile ma entusiasmante, come ha ammesso anche il patron dell’Italservice Lorenzo Pizza, perché di fronte i rossiniani si troveranno il cinque volte pallone d’oro Ricardinho e l’asso Ortiz, oltre a uno degli allenatori più vincenti di questa disciplina: Jesùs Velasco (11 scudetti tra Italia e Spagna e tanti altri trofei in bacheca). Senza dimenticare che il portoghese Ricardinho e Velasco hanno già vinto la Champions League per due volte consecutive nel 2017 e nel 2018 con l’Inter Movistar.

Questa la dichiarazione del presidente del club Pizza: «Il sorteggio è molto molto affascinante. Per l’Italservice Pesaro, nel secondo anno di partecipazione alla Futsal Champions League, avere la possibilità di affrontare il giocatore riconosciuto come il più forte del mondo degli ultimi anni, cinque volte pallone d’oro, ovvero Ricardinho, ma anche uno degli allenatori più vincenti della storia del futsal, Velasco, è motivo di orgoglio e soddisfazione. Una cosa che ci stimola fortemente. Ovvio che a livello strettamente sportivo è un accoppiamento molto rischioso. Ce lo ha ripetuto più volte mister Fulvio Colini che conosce bene gli avversari, quindi è sicuramente il sorteggio più complicato rispetto a tutte le altre teste di serie. Ma lo affronteremo con grande motivazione e voglia di rappresentare al meglio Pesaro, le Marche e l’Italia».