I Dolphins Ancona scaldano i motori. Le ambizioni di Oliveri

Manca poco all'inizio della stagione ufficiale per la formazione anconetana. A parlare è stato il Direttore Sportivo, che ha anticipato le tappe salienti dell'annata che verrà che si preannuncia ricca di sorprese

I Dolphins pronti all'inizio della stagione

ANCONA- Sta per partire la stagione sportiva 2019 per i Dolphins Ancona. Dopo la fase di costruzione e programmazione, la società anconetana scalda i motori in vista della partenza analizzando a trecentosessanta gradi l’annata che verrà. A farlo è il direttore sportivo Marco Olivieri che ha toccato tutte le tappe salienti in previsione di ciò che sarà:

«Le premesse per comportarci bene ci siano tutte. La squadra ha aggiunto un po’ di qualità e chili nelle linee che era quello che ci era mancato nel 2018. Molti ragazzi hanno dato tutto per ricoprire quel ruolo che non era il loro per caratteristiche fisiche e tecniche e non possiamo che ringraziarli. Ma avere gente specifica sarà differente. Dovremmo vedere se i sacrifici fatti dalla società per rendere i Dolphins più competitivi daranno i loro frutti.

Questo al netto dei tanti ragazzi che per scelte professionali hanno dovuto, quantomeno momentaneamente appendere il casco al chiodo. Mi riferisco in particolare ai ricevitori. Sono andati via in tre e la loro esperienza si sentirà in campo come nello spogliatoio. I ragazzi che li andranno a sostituire sono tutti giovani bravi e pieni di entusiasmo. Si faranno mano a mano ma la mancanza di chi è andato via si sentirà».

Prosegue anche il percorso dei giovani, molti dei quali si trovano già stabilmente in prima squadra: «Chiamare alcuni di loro giovani comincia ad essere riduttivo. Certo lo sono come carta d’identità. Ma in molti hanno ormai molte partite in prima squadra ed il cammino percorso in questi due anni per giungere agli Youth Bowl li ha temprati. Sanno cosa sia la pressione, i momenti difficili. Tutto fa esperienza».

E come sempre le avversarie saranno rinforzate e agguerrite, per un massimo campionato che si preannuncia già spettacolare: «Seamen Milano, Giants Bolzano e la già citata Parma sono favorite su tutte. Poi, dietro di loro, c’è posto per tutti. I Ducks Lazio si sono rafforzati tanto così’ come i Guelfi Firenze. I Lions Bergamo sono sempre loro, guai a sottovalutarli. I Giaguari Torino si sono ringiovaniti molto, occhio quindi alla loro voglia di fare. I Warriors Bologna tornano in prima divisione dopo anni di purgatorio in seconda e vorranno dimostrare di che pasta sono fatti con la loro tradizione e la loro tecnica. Non vedo una sola partita facile».