Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ultima chiamata per Paoloni e Volley Angels nei playoff di B

Serve un’impresa alla Paoloni Macerata in BM che deve ribaltare la sconfitta interna. Nella finale di B2 F Volley Angels ha perso l’andata a Forlì. La Clementina in B1F è l’unica tranquilla

Alessia Castellucci e Sara Gotti della Clementina 2020

MOIE – Nel weekend si giocano le gare di ritorno dei playoff di serie B maschile, B1 e B2 femminile. Solo per quest’ultimo campionato si tratta dell’atto conclusivo mentre per gli altri tornei siamo a livello di semifinale.

A proposito della finale promozione per salire in B1 Femminile, a Forlì hanno vinto le padrone di casa e per la De Mitri di coach Capriotti c’è da sfruttare al meglio il fattore campo per ribaltare e coronare il sogno della promozione nella terza serie nazionale. Si gioca sabato 5 giugno alle 17.30 a Porto San Giorgio. Dirigono Antonelli e Paris.

In B1 Femminile non vorrebbe più stare la Battistelli Termoforgia Clementina 2020 che ha vinto nettamente in casa del VolleyRò Casal De’ Pazzi nell’andata della semifinale e punta all’approdo all’ultimo atto che, per altro, potrebbe riservare una chance di promozione in A2 anche in caso di sconfitta in finale considerando i ripescaggi.

La A2 sarà infatti allargata a 24 squadre e, considerando le rinunce già annunciate di Torino e Cutrofiano, occorrerà completare i gironi anche con alcune delle perdenti della finale di B1. La Battistelli Termoforgia di coach Secchi punta ad approdare in serie A dalla porta principale. Si gioca sabato a Moie alle 18, dirigono Villano e Candeloro.

Con la promozione della Megabox Vallefoglia in A1, la CBF Balducci Macerata è attualmente l’unica rappresentante marchigiana in A2 e attende compagnia.

La prova più complicata spetta in serie B Maschile, alla Paoloni Macerata che, dopo aver perso 3-0 in casa per mano della corazzata umbra San Giustino, ha bisogno di una grande impresa. Si gioca domenica 6 giugno alle 17.30. Dirigono Chirieletti e Bonomo. Il percorso dei ragazzi di coach Giganti, comunque vada il match di domenica, resta da applausi.