Sport

Montegiorgio, che inizio di 2022! La svolta è nel segno di Albanesi

Intervista all’attaccante rossoblu che sta trascinando la sua squadra a suon di gol. «Abbiamo cambiato mentalità, siamo pronti per un grande girone di ritorno»

Lorenzo Albanesi (Foto Ufficio Stampa Montegiorgio Calcio)

Fantasia e colpi ad effetto non gli sono mai mancati, ma la novità in questa stagione sono i gol: 6 in 16 partite (record personale), di cui 3 nelle ultime due gare. È un momento magico per Lorenzo Albanesi, il 24enne attaccante-fantasista del Montegiorgio, alla sua settima stagione con la maglia rossoblu. A tutti gli effetti una bandiera della squadra, a dispetto della giovane età. I suoi gol, soprattutto nel 2022, hanno fatto la differenza, trascinando il Montegiorgio fuori dalla zona play-out, con 7 punti conquistati nelle ultime tre gare.

«Stiamo attraversando un bel periodo dopo un inizio non facile – ci spiega –, ma dobbiamo continuare su questa strada per tirarci fuori da questa situazione il prima possibile».

Cosa non ha funzionato nel girone di andata?
«Secondo me abbiamo raccolto meno di quello che abbiamo dimostrato sul campo. Non arrivavano i risultati ma le prestazioni ci sono sempre state, tranne forse in 2-3 partite, per il resto è mancato solo il risultato. Sicuramente meritavamo qualche punto in più in classifica».

Come spieghi il cambio di passo nel 2022?

«Sicuramente i nuovi giocatori arrivati hanno portato entusiasmo. Abbiamo cambiato anche modulo ma penso che ci sia stato soprattutto un cambio di mentalità. Ora finalmente stiamo raccogliendo i frutti del lavoro fatto in questi mesi».

Anche i tuoi gol hanno fatto la differenza…

«A livello personale sono molto contento, sia per le prestazioni che per i gol…finalmente stanno arrivando! Così tanti in una stagione non ne avevo mai segnati. Negli anni passati mi è sempre un po’ mancata la zampata vincente alla fine di una bella azione».

Da chi hai imparato di più in questi anni a Montegiorgio?

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

«Dal punto di vista difensivo e di mentalità sicuramente devo molto a mister Paci, mentre con mister Mengo ho curato molto l’aspetto del fraseggio e anche nell’approccio alla gara sempre molto offensivo».

Il tuo prossimo obiettivo?

«Continuare su questa strada e finire bene la stagione. Penso a fare bene a Montegiorgio e conquistare la salvezza il prima possibile, poi si vedrà».

Ti potrebbero interessare