Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Fermana, Antonioli: «Con la società un confronto sincero da entrambe le parti»

Mister Antonioli ha tracciato un primo bilancio della stagione e chiarito alla stampa il confronto avuto con la società, confermando la reciproca fiducia tra le parti

Il tecnico Antonioli, a destra, saluta l'ex mister canarino Destro nell'ultima gara con il Fano

FERMO- Nella conferenza stampa settimanale il tecnico Mauro Antonioli ha fatto il punto della situazione in casa Fermana, dopo il chiarimento avuto con la società: «È stata una settimana un pò strana, senza poter far niente per cambiare la situazione. Eravamo pronti per affrontare l’Arezzo, ma purtroppo, per la situazione in atto, abbiamo capito che non si possono fare programmi a lunga scadenza. Abbiamo sfruttato questa pausa per allentare un po’ la tensione e recuperare mentalmente, visto che i ragazzi sono stati sempre un po’ sotto pressione per via del ritardo della partenza del torneo ed i tanti impegni in mezzo alla settimana. Ora stiamo cercando di lavorare anche a livello motivazionale cercando di preparare le gare che avremo di fronte con la giusta intensità, visto che il nostro obiettivo è ancora lontano. È ovvio che volevamo vincere il derby con il Fano, ma dobbiamo accettare il pareggio. Quando non si riesce a vincere bisogna accettare anche il punto. In altre occasioni, giocando anche meglio, sono arrivate delle sconfitte immeritate. Non vedo tutto questo allarmismo, anche se non ci sono riuscite bene delle situazioni».

Fermana-Fano 0-0, un momento della gara con la Fermana in attacco

In merito all’incontro avuto nei giorni scorsi con la società, Antonioli si è espresso così: «C’è stato un confronto sincero come sempre, da entrambe le parti, con la società che ha ribadito la fiducia nel sottoscritto e noi abbiamo fiducia nelle scelte fatte dalla società sino ad ora. Cerchiamo di andare avanti nella maggior serenità possibile, sapendo che poi alla fine sono i risultati stessi che determinano un clima più sereno. Sappiamo che il nostro obiettivo è la salvezza. Potevamo avere dei punti in più, ma la vittoria di Imola ce li ha restituiti. Credo che la nostra classifica al momento sia abbastanza veritiera ed in linea con le attese. Sono convinto che la squadra con un minimo di serenità e qualche punto in più possa fare molto bene, lo dimostra le buone prestazioni di Imola e Cesena fuori e con il Gubbio ed il Carpi in casa. Non vedo una situazione troppo critica.  Per quanto riguarda la classifica infine, con la giornata di domenica scorsa fortunatamente non è cambiata molto, nonostante la nostra gara in meno, e questo è un aspetto molto importante per aggiungere serenità alla squadra. In merito invece alla formazione messa in campo con il Fano, rifarei le stesse scelte, anche se dovevamo far meglio nel secondo tempo. Il bicchiere è sicuramente mezzo pieno, anche perché non abbiamo subito come altre volte nei calci piazzati. Sono contento e convinto del lavoro che stiamo facendo e sono sicuro che questa squadra possa dire la sua e raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati. Se c’è un po’ di pressione, ben venga, non è sempre un fattore negativo, anzi, in molti casi la pressione è può diventare positiva ed essere uno stimolo in più per dimostrare che si è in grado di fare il proprio lavoro nella maniera migliore possibile».