Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Eccellenza, la Jesina blinda Monachesi e piomba su Fermani. Zira resta alla Sangiustese

I leoncelli proseguono la costruzione di una rosa che si preannuncia tra le più competitive. Carrellata di conferme per il club allenato da mister Matteo Possanzini

Leonardo Zira, attaccante della Sangiustese (fonte ufficio stampa)

ANCONA – La Jesina si candida a essere una delle favorite alla vittoria del prossimo campionato di Eccellenza. Il club biancorosso, dopo una serie di colpi importanti, ha blindato Mattia Monachesi e adesso vuole chiudere per Nicholas Fermani.

Monachesi, esterno offensivo classe 2001, è arrivato a Jesi durante l’ultima sessione di mercato invernale. Nonostante i corteggiamenti di diverse squadre di Serie D, il baby attaccante ha deciso di restare in Eccellenza. Nel frattempo, i leoncelli lavorano per chiudere la trattativa con Fermani, mezzala 2001 che nelle ultime stagioni si è messo in luce al Castelfidardo.

Sponda Sangiustese, dopo l’annuncio di mister Matteo Possanzini, è arrivata una carrellata di conferme importanti: Tomassetti, Iuvalè, Doci, Ercoli e Monserrat. In mezzo, l’arrivo del portiere Michele Monti. Nelle ultime ore, è stato ufficializzato il rinnovo anche di Leonardo Zira, attaccante classe 2000, pronto a dare nuovamente il suo contributo: «Sono molto contento di restare alla Sangiustese – dice – perché è una società sana e professionale come poche altre. L’obbiettivo è sempre quello di migliorarsi e questa stagione, sebbene la rosa sia più giovane, non significa che abbia meno qualità. Lo scorso anno ho messo a segno sette reti, ma spero di ritrovare maggiore continuità sia nei minuti giocati che nei gol messi a segno, anche se non mi pongo obiettivi o limiti predeterminati. Sarà importante partire bene sin dalla preparazione, dove ci attende un mese di lavoro molto duro ma fondamentale per assimilare i principi di gioco del mister, che non conosco personalmente ma so essere molto stimato per la sua cultura del lavoro e la sua professionalità».