Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

L’Anconitana vince ma non brilla con il Sassoferrato Genga

I dorici hanno superato il fanalino di coda del campionato con un gol nel primo tempo di Ivan Visciano. Le parole dei tecnici Spuri e Marino e del terzino biancorosso Bartolini

Santiago De Sagastizabal
Santiago De Sagastizabal in azione con l'Anconitana

FABRIANO- Vittoria di misura e operazione risalita che prosegue per l’Anconitana. Con lo 0-1 sul Sassoferrato Genga, i dorici accorciano la classifica riducendo ad una lunghezza la distanza con la vetta della graduatoria occupata dalla coppia Atletico Gallo Colbordolo – Fossombrone.

A decidere il match del Mirco Aghetoni è una bordata dalla distanza di Ivan Visciano al ventinovesimo del primo tempo che non ha lasciato scampo all’ottimo Spitoni.

Per gli anconetani positiva la prova del tandem De Sagastizabal – Liccardi (Ambrosini tenuto a riposo precauzionale per via di una tendinate) soprattutto nella prima frazione.

Nella ripresa calano i biancorossi, esprimendo un atteggiamento troppo rinunciatario al cospetto del fanalino di coda del campionato. Tuttavia, nonostante questo, i padroni di casa non riescono a rendersi mai pericolosi dalle parti di Battistini fino al fischio finale.

L’Ancontiana accorcia e vede sempre più vicina la vetta. Il Sassoferrato resta ultimo in classifica a quota dieci punti con la missione salvezza sempre più difficile.

Sala stampa

Sergio Spuri (Allenatore Sassoferrato Genga): «L’Anconitana mi ha fatto una bella impressione ma i miei ragazzi hanno fatto tutto quello che avevo chiesto loro. Mancano solo i risultati ma prima o poi arriveranno. Ci manca poco per fare il salto di qualità, oggi non abbiamo mollato e abbiamo lottato su ogni palla».

Umberto Marino (Allenatore Anconitana): «Dobbiamo imparare a chiudere le partite, abbiamo trovato una squadra rognosa che però non ha mai tirato in porta. Il campionato si deciderà ad Aprile non prima perchè tutte le vittorie vanno conquistate sul campo. Il mio confronto con il presidente Marconi dopo la partita? Parliamo ogni domenica».

Luca Bartolini (Difensore Anconitana): «Sono contento della prestazione ma dobbiamo lavorare tutti insieme per il nostro obiettivo. Nel finale abbiamo avuto anche la possibilità di chiudere la gara perchè si erano creati tanti spazi. Da anconetano spero di rimanere ad Ancona molto a lungo perchè ogni volta che indosso questa maglia mi sento onorato».