Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Clementina Volley ufficializza la conferma di Ludovica Leonardi. Il reparto palleggiatrici è già chiuso

Terzo volto ufficiale per la neonata società che aggrega le realtà di Castelbellino e Moie per disputare un campionato di B1 femminile da protagonista

Veruska Anacleti, Michele Magliola e la palleggiatrice Ludovica Leonardi

Terzo volto ufficiale per la neonata società Clementina Volley che aggrega le realtà di Castelbellino e Moie per disputare un campionato di B1 femminile da protagonista.

Dopo l’ingaggio di Eleonora Gatto, la società ha presentato Ludovica Leonardi, classe 1998, 173 cm, che nella passata stagione era con la Termoforgia Castelbellino. Le sue qualità tecniche oltre che caratteriali hanno convinto la società a puntare su di lei come elemento prezioso anche per cementare il gruppo.

Su di lei, figlia d’arte (il papà Roberto “Bebi” e la mamma Patrizia Regini l’hanno cresciuta a pane e pallavolo), è pronta a scommettere la vice presidente Veruska Anacleti.

«Ludovica Leonardi non è solo una giocatrice che ha saputo dimostrarsi fondamentale a livello tecnico ma anche umano – ha detto la vice presidente riferendosi alla stagione in maglia Termoforgia Castelbellino – dando un supporto invidiabile a tutto il gruppo come esempio sempre positivo. Per questo sono orgogliosa che abbia scelto di proseguire con noi».

Per una palleggiatrice partire un passo indietro rispetto alla compagna di reparto non è mai facile ma Leonardi si prepara alla stagione con grande carica.

«L’ambiente è super positivo e sono molto contenta di far parte di questa realtà – ha aggiunto -. Nella passata stagione dovevo dimostrare in primis a me stessa di poter stare a questo livello e quest’anno avrò certamente più consapevolezza della giocatrice che sono e di quello che potrò offrire alla squadra con l’obiettivo di levarci tutti, me compresa, anche più soddisfazioni».

Sodalizio nuovo, quindi, ma un volto in continuità rispetto al passato. «Dopo questi mesi bui per tutti siamo riusciti a ricreare un ambiente sano e positivo nel quale c’è grande passione ed impegno» ha concluso Ludovica Leonardi.