NikolaTesla Unplugged by Elica
NikolaTesla Unplugged by Elica
Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Harley Davidson Route 76
Harley Davidson Route 76

SuperLega, la Cucine Lube parte male nella serie di semifinale

Sconfitta netta per i cucinieri che cedono in casa 3-0 in gara 1 a una Trento praticamente perfetta. Senza Juantorena la squadra è sembrata impotente di fronte all’entusiasmo dei trentini. Ma non è finita

Coach Blengini vuole ripartire subito

CIVITANOVA – La Cucine Lube ha perso una battaglia, non certo la guerra ma è sempre più chiaro, se ce ne fosse bisogno, che per andare in finale superando questa Itas Trentino, ci vorrà ben altra prestazione di quella offerta in gara 1.

Nonostante il grande sostegno della tifoseria marchigiana, a vincere Gara 1 della serie è la formazione ospite, che certifica il momento magico imponendosi con il massimo scarto: 26-28, 20-25, 23-25.

Lunedì 18 aprile in Gara2 ore 18 alla BLM Group Arena di Trento c’è l’occasione per il pronto riscatto ma, con un intramontabile Kaziyski, MVP di serata e top scorer con 16 punti, la squadra di Lorenzetti ha vinto la sfida anche a muro (6 a 3 i vincenti) attaccando meglio di Civitanova (54%-51%) e confermandosi meno fallosa.

Emblematico il 1’ set perso nonostante il 64% di squadra in attacco ma penalizzata da 11 errori di squadra sciupando anche una palla set e perdendo 26-28.

Nel secondo set, alla serie al servizio di Simon, autore di due ace e in grado di sorprendere i rivali (18-13), La Lube sembra avviata al pari e invece subisce un parziale di 7-1 grazie anche ai 7 punti di Kaziyski e vola sullo 0-2 con il 20-25.

Nel terzo atto del match la Lube spinge al servizio ma attacca solo con il 47%. Il muro su uno spento Zaytzev chiude il set 23-25 e il match 0-3

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 1, Kovar 1, Sottile ne, Marchisio ne, Juantorena ne, Jeroncic (L) ne, Balaso (L), Lucarelli 9, Zaytsev 15, Diamantini, Simon 13, De Cecco 1, Anzani 3, Yant 12. All. Blengini

ITAS TRENTINO: Kaziyski 16, Coser ne, D’Heer, Michieletto 8, Sbertoli 1, Cavuto, Pinali, Albergati ne, Lavia 9, Zenger (L), Podrascanin 10, Lisinac 7, Sperotto ne, De Angelis (L) ne. All. Lorenzetti

Arbitri: Zanussi (TV) e Cerra (BO).

Parziali: 26-28 (28’), 20-25 (28’), 23-25 (30’). Totale 1h 26‘

Per coach Blengini: «Trento ha giocato con molta più regolarità, mentre noi per due set abbiamo faticato ad avere continuità nel cambio palla perché non siamo stati costanti in ricezione. Il primo ed il terzo set si sono decisi ai vantaggi per un pallone, la differenza l’hanno fatta giocate come un contrattacco o un mani fuori. Con il senno di poi è sempre difficile ipotizzare l’epilogo se avessimo vinto il secondo set, ma di certo è un peccato, perché avevamo qualche punto di margine quando abbiamo subito in ricezione con molte palle staccate. Bisogna voltar pagina perché nei Play Off tutte le partite hanno una storia diversa. L’anno scorso in Gara1 qui all’Eurosuole Forum avevamo perso 2-3 in una sfida più tirata. Sfidiamo una Itas Trentino sulle ali dell’entusiasmo, sta meglio sia tecnicamente che a livello di testa. Dobbiamo pensare a sistemarci per giocare meglio in alcune situazioni. I nostri rivali metteranno in campo questa qualità anche in Gara2 e nelle prossime sfide».

Natale a Gradara