Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Pallavolo, la Cucine Lube cade a Perugia ma senza farsi male

Nonostante il 3-0 subito al PalaBarton, secondo posto matematico in attesa del recupero con Milano per i cucinieri. Mercoledì match ininfluente con Milano

La Cucine Lube vuole la finale

PERUGIA – Come da pronostico la Cucine Lube Civitanova lotta in casa della capolista Sir Safety Conad Perugia ma cede in tre set (25-21, 25-22, 30-28) ai vincitori della Regular Season che a fine match hanno fatto il giro d’onore con la Coppa Italia vinta a Casalecchio di Reno.

La Sir vince la prima fase con 67 punti. I biancorossi restano a quota 54, ma, la concomitante sconfitta di Trento a Cisterna di Latina regala il secondo posto definitivo ai biancorossi, che mercoledì 23 marzo (ore 20.30) potranno chiudere la 1’ fase giocando il recupero della 5a di ritorno tra le mura amiche contro l’Allianz Milano.

Netta la superiorità di condizione e convinzione degli umbri, dominanti a muro, 12 a 3, meno precisi in attacco e meno efficaci dai 9. In evidenza tra i padroni di casa il top scorer Leon, premiato grazie ai 22 punti (56% di positività, 2 ace e 5 muri), l’MVP Rychlicki (20 punti con il 53%) e Plotnytskyi, grazie ai suoi 3 ace. Tra i campioni d’Italia cresce la condizione di Osmany Juantorena destinato a crescere (12 punti con il 52%) dopo il lungo stop e indispensabili per far rifiatare Lucarelli soprattutto in serate poco brillanti del brasiliano come questa.

Primi due set di marca umbra con successo a 21 e 22. Nel terzo set Blengini dà spazio a Diamantini al centro e a Kovar in banda. Civitanova parte bene in quarta (8-15), ma il sestetto di Grbic reagisce sfruttando i servizi di Leon e il muro sui contrattacchi degli ospiti (16-18). Si arriva in volata. Rychlicki annulla ben due set ball Lube (28-28). Leon si procura due match ball in successione e Perugia completa l’opera sull’attacco out di Kovar (30-28).

Ora si chiude mercoledì (23 Marzo) con Milano poi i playoff nei quali la Cucine Lube potrà essere protagonista se chiuderà il capitolo infortuni.

Il tabellino dell’incontro:

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Anderson ne, Ricci 5, Dardzans ne, Travica, Ter Horst, Giannelli 1, Rychlicki 20, Leon 22, Piccinelli (L) ne, Solé 7, Russo ne, Colaci (L), Plotnytskyi 13, Mengozzi. All Grbic.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 1, Kovar 4, Sottile, Marchisio (L) ne, Juantorena 12, Jeroncic ne, Balaso (L), Lucarelli 8, Zaytsev 10, Diamantini 1, Simon 8, De Cecco, Anzani 2, Yant. All. Blengini.

ARBITRI: Piana (MO) e Puecher (PD)

PARZIALI: 25-21 (30’), 25-22 (29’), 30-28 (42’). Totale: 1h 41‘.

NOTE: Perugia 17 battute sbagliate, 5 ace,12 muri vincenti, 49% in attacco, 51% in ricezione (13% perfette). Civitanova 7 battute sbagliate, 2 ace, 3 muri vincenti, 44% in attacco, 42% in ricezione (18% perfette). Spettatori: 2.484. MVP: Rychlicki.