Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La Cucine Lube cade in casa in Champions League

Si complica il cammino europeo della squadra di De Giorgi che perde in casa per 1-3 contro i polacchi dello Zaksa, campioni di Polonia e in grande fiducia

Serata negativa per la Lube

CIVITANOVA M. – Pesante passo falso per la Lube che cede in casa ai polacchi dello Zaksa per 1-3, nell’andata dei quarti di finale di Champions League.

Al di là dei limiti dei cucinieri, giù il cappello di fronte alla prestazione dei ragazzi di coach Nikola Grbic autori di una prova eccellente a muro, al servizio ma anche negli altri fondamentali.

Partenza contratta della Lube con lo Zaksa che sale 0-4 costringendo De Giorgi subito al timeout. La Cucine Lube si mette in partita a muro e al servizio. Rychlicki piazza l’ace del 8-8 e Juantorena con il diagonale regala il vantaggio 11-10 che costringe Grbic al timeout. Il turno al servizio dello stesso capitano regala il primo allungo 15-12. La Lube mantiene il break di vantaggio ma subisce un break di 3-0 che porta lo Zaksa avanti 20-22 per cui anche De Giorgi ferma ancora il gioco. Leal annulla un set point ma i polacchi chiudono 23-25.

Alla ripartenza si va punto a punto. De Cecco con un tocco beffardo firma il vantaggio 5-4. L’ace di Simon dà il +2 (8-6), Juantorena il +3 grazie ad una gran difesa di Rychlicki. Leal firma l’ulteriore allungo (12-8). Il 18-12 è firmato dal lussemburghese con difesa e attacco. Entra Depowski per Slinka in crisi in ricezione. Simon piazza l’ace anche su Zatorski (19-12). La Lube chiude 25-14.

Sembrava la svolta del match  e invece nel 3’ set il livello del muro dello Zaksa sale vertiginosamente. Fugge 4-6 convincendo De Giorgi al timeout. Entra Yant per Leal in difficoltà in attacco (4-8). La Lube rosicchia qualche punto ma il muro della Zaksa è puntualissimo (9-12). I cucinieri non mollano e Rychlicki firma il pareggio a quota 19. Dopo il timeout i polacchi allungano ancora col muro e difesa. L’ace di Koczmarek chiude il set 22-25.

Nel 4’ set De Giorgi gioca la carta Marchisio per Balaso e Diamantini per Anzani. Si va punto a punto. Semeniuk dal servizio scava il break (17-19). Entra Kovar per Leal per rinforzare la 2’ linea ma lo Zaksa legittima il vantaggio. Simon riaccende la speranza con l’ace del 20-21. Gli ospiti hanno 3 match point. Basta il primo con l’ace di Sliska 22-25.

Mercoledì prossimo il ritorno in Polonia ma alla Cucine Lube servirà l’impresa.