Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Città in visibilio per le Citizens, gioia fino al Castello: «Sono un simbolo di Falconara»

Il sindaco Signorini: «Un orgoglio». L'assessore Baia: «Allora la pallavolo, oggi il futsal: lo sport unisce e accende un territorio intero»

Il Città di Falconara festeggia la Coppa Italia

FALCONARA – Messaggi, post dedicati, foto e video: sui social non si parla d’altro. Senza contare gli articoli, o pagine intere, della stampa locale e nazionale. Tanta era la voglia di sport. Tanta era la voglia di vedere di nuovo al vertice italiano, dopo gli anni d’oro della pallavolo, una squadra falconarese. Di calcio a cinque, per l’esattezza. Grazie al Città di Falconara, che lunedì ha alzato al cielo la sua prima Coppa Italia Femminile. Un traguardo bellissimo, quello raggiunto dalla società del presidente Marco Bramucci.

Una società che in città è un punto di riferimento, non soltanto nella dimensione sportiva, quanto pure per quella socio-culturale. E lo dimostrano le crescenti attenzioni dei cittadini, che adorano le Citizens e continuano a tributarle anche a distanza di due giorni. Perché le falchette guidate in panchina da Massimiliano Neri sono riuscite a regalargli un sogno. E soprattutto hanno avuto il merito di riaccendere una passione per lo sport che in questi territori, dalle parti del PalaBadiali, ha radici storiche e indimenticate.

Accanto al plauso della gente, quello delle istituzioni. Con in testa il sindaco Stefania Signorini: «La loro vittoria è un motivo di grande orgoglio per tutta la città – ha detto -. La squadra del presidente Marco Bramucci è ormai diventata un simbolo di Falconara legato a doppio filo a un altro simbolo del nostro territorio, ossia il PalaBadiali, sul quale abbiamo investito risorse e per il quale abbiamo ottenuto finanziamenti anche per renderlo all’altezza delle nostre ragazze, che stanno raggiungendo obiettivi sempre più importanti». Come i prossimi playoff Scudetto (prima tappa il doppio confronto con Cagliari, la prima in casa il 9 maggio, il 13 ritorno in Sardegna), secondo obiettivo stagionale dopo la Coppa già messa in bacheca.

Il sindaco Stefania Signorini con la marchigiana delle Citizens Erika Ferrara

Secondo il sindaco, le Citizens «grazie alla partecipazione attiva a tante iniziative, sono sempre più parte integrante del territorio (la marchigiana Erika Ferrara, ad esempio, si è diplomata nel «suo» Liceo Cambi, dov’è dirigente scolastica, ndr). Il Cdf sta riportando il nome di Falconara sulle pagine di sport a livello nazionale».

L’assessore falconarese Raimondo Baia a Rimini per le Citizens

Dicevamo del successo a Rimini, però. Successo cui ha preso parte, dagli spalti, anche l’assessore Raimondo Baia, apparso entusiasta al triplice fischio, essendone stato testimone in prima persona: «La soddisfazione è notevole per questo traguardo raggiunto dalla società – ha ammesso -. E in città si respira proprio una sensazione di passione sfrenata per lo sport. Che allora, qualche anno fa, la si vedeva nella pallavolo, oggi nel calcio a cinque femminile, grazie al club di via dello Stadio. Ma qualunque sia la disciplina, Falconara aveva bisogno di tornare a grandi livelli. Siamo davvero orgogliosi di questo, come amministrazione, e felici per il Città di Falconara».