Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Tirreno-Adriatico: giovedì si arriva nelle Marche

Tra le tappe in regione, Sarnano Sassotetto, Castelfidardo e Senigallia. Poi lunedì 14 la conclusione con la cronometro finale di San Benedetto del Tronto (10 km)

Tirreno Adriatico
Nella prima della Tirreno-Adriatico vince il tedesco Ackermann

ANCONA- Ha subito rispettato le attese la Tirreno-Adriatico 2020 la cui prima tappa si è disputata a Lido di Camaiore (133 km). A terminare davanti ai propri avversari è stato il tedesco Pascal Ackermann della Bora Hangsrohe, bravo a sfruttare tutti i momenti chiave della gara. Per gli altri, tra cui i favoritissimi Vincenzo Nibali, Chris Froome, Geraint Thomas, Jakob Fuglsang e Mathieu Van der Poel, è stata l’occasione di assaggiare le caratteristiche del percorso in attesa di lanciare i definitivi attacchi nelle prossime uscite. Quelle che contano.

Oggi, martedì 8 settembre, i ciclisti saranno di scena nella Camaiore-Follonica (201km) mentre domani c’è grande attesa per la Follonica-Saturnia (217km). Giovedì è previsto l’arrivo nelle Marche con la Terni – Cascia (194km) che precederà la Norcia-Sarnano Sassotetto (202 km) di venerdì. Sabato e domenica sono attesi fuochi d’artificio nella Castelfidardo – Senigallia (171km) e nella Pievetorina – Loreto (181km). Lunedì la conclusione con la cronometro finale di San Benedetto del Tronto (10km).

Nel novero dei partecipanti figurano anche i due marchigiani Giovanni Carboni (fanese) e Riccardo Sacchiotti (di Recanati). Entrambi sono partiti con grande voglia di far bene e di ritagliarsi il proprio ruolo nel mosaico della Tirreno – Adriatico. Il tutto in vista del Giro d’Italia che quest’anno, nonostante la situazione Covid, si prospetta comunque di grandissima qualità.

Per quel che concerne i tifosi e gli appassionati, a bordo strada è possibile visionare le tappe indossando, tassativamente, le mascherine. Inoltre, nelle zone di arrivo e partenza, verranno rispettate con grande attenzione tutte le norme relative al distanziamento e alla sanificazione degli ambienti. Pochi gli addetti ai lavori accreditati, soluzione necessaria per l’evolversi degli eventi.