Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Castelfidardo, domenica di fuoco per il “big match” contro il Cesena

Previsto il "sold out" con circa 400 tifosi dalla Romagna. E' caccia al biglietto. Senza Rivi, Lignani, Pigini e Radi, i fidardensi puntano tutto su Calabrese e sul ritorno in campo dell'ex Severini.

Lo stadio Galileo Mancini di Castelfidardo, domani di nuovo gremito di spettatori

CASTELFIDARDO – Domani 16 dicembre è il grande giorno della sfida tra Castelfidardo e Cesena, ovvero Davide contro Golia, la cenerentola del campionato contro la principale candidata al ruolo di regina. Un divario immenso, di punti (26), di storia calcistica, di budget economico. Il Castelfidardo vuole difendere con le unghie e con i denti la serie D, il Cesena spera di salutarla subito a fine stagione per avvicinarsi a categorie più consone.
Sarà una sfida inedita tra le due squadre che mai ovviamente si sono incrociate prima d’ora. I padroni di casa si presentano all’appuntamento in condizioni critiche, dopo tre sconfitte consecutive, gli addii di Lignani e Rivi in settimana, con le assenze per infortunio di Radi e per squalifica di capitan Pigini. L’unica buona notizia è il ritorno tra i convocati di Mirco Severini, ex della partita. Per lui possibile uno spezzone di gara. In attacco mister Vagnoni dovrebbe proporre la coppia Petrarulo–Calabrese, centrocampo a cinque con D’Ercole-Di Lollo-Trillini-Bracciatelli-Massi, difesa a tre con Bellucci-Giovagnoli-Enow.
Il Cesena secondo in classifica scende a Castelfidardo dopo tre vittorie consecutive e ha bisogno dei 3 punti per tentare il sorpasso alla capolista Matelica. La squadra romagnola ha la miglior difesa del girone con soli 11 gol subiti e il secondo miglior attacco, dove spicca il vice capocannoniere Giovanni Ricciardo, 10 gol realizzati, al pari del compagno di squadra Jacopo Fortunato, acquistato a inizio dicembre dal Pineto. Del resto basta scorrere la lista dei nomi presenti nella rosa del Cesena, dal portiere ex serie A e under 21 Federico Agliardi al centrocampista ex A e nazionale maggiore Davide Biondini, per capire che i romagnoli vogliono essere solo di passaggio in serie D.
Si attende il pubblico delle grandi occasioni allo stadio Mancini di Castelfidardo. Probabile il tutto esaurito con oltre 1200 spettatori, di cui circa 400 provenienti da Cesena. Il settore ospiti dello stadio Mancini è sold-out, molti tifosi cesenati hanno annunciato di voler comunque raggiungere Castelfidardo senza biglietto. La società fidardense ha indetto la Giornata Biancoverde, pertanto le tessere di abbonamento non saranno valide. Ticket unico al costo di 15 euro, con ingresso gratuito per gli under 14. Fischio d’inizio alle ore 14.30.