Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Derby senza storia: il Matelica espugna Castelfidardo per 2-0

Esordio amaro per il nuovo mister Vadacca. Il Matelica si impone con un gol per tempo, entrambi nei primi due minuti di gioco, prima con Dorato e poi con Bugaro. Salvezza sempre più lontana

Le formazioni schierate a centro campo
Le formazioni schierate a centro campo

CASTELFIDARDO – Il Matelica domina il derby con il Castelfidardo e si impone per 2-0 con un gol per tempo, entrambi nei primi due minuti di gioco, prima con Dorato e poi con Bugaro.

Esordio amaro dunque per il nuovo mister Massimiliano Vadacca arrivato martedì a sostituire Vagnoni. Il tecnico salentino rivoluziona senza successo il modulo schierando una difesa a tre e un trequartista (Severini) alle spalle dei due attaccanti Petrarulo-Calabrese, mentre Pigini va in panchina sostituito a centrocampo da Trillini che fa coppia con Di Lollo.

Ma il Castelfidardo va sotto al primo affondo del Matelica: lancio in profondità di Angelilli per Dorato che conclude in porta, Barbato respinge senza trattenere e sulla ribattuta stende in area lo stesso Dorato procurando il rigore, trasformato poi c on freddezza dallo stesso numero 9.

I biancoverdi reagiscono e si fanno più volte vedere dalle parti di Avella, prima con Severini e poi con una punizione di Radi. Il Matelica controlla e piazza il colpo del kappaò nella ripresa con un tiro dalla distanza di Bugaro che sorprende Barbato sul primo palo.
Il Castelfidardo nonostante la girandola di cambi (tra cui anche l’esordio del brasiliano Granado) non ha la forza di reagire e vede allontanarsi sempre più la quota salvezza.

CASTELFIDARDO-MATELICA: 0-2

CASTELFIDARDO (3-4-1-2): Barbato, Giovagnoli, Radi (27’ st Granado), De Vita (40’ st Diouf), Bellucci (1’ st Lombardo), Di Lollo (17’ st Pigini), Trillini, Enow, Severini, Calabrese, Petrarulo (12’ st D’Ercole). All. Vadacca
MATELICA (4-4-2): Avella, Visconti, De Santis, Cuccato (4’ st Mancini), Riccio, Angelilli, Favo, Pignat (42’ st De Marco), Bugaro (4’ st Benedetti), Melandri (31’ st Margarita), Dorato (24’ st Florian). All. Tiozzo

ARBITRO: Madonia di Roma
RETI: 2’ pt Dorato (rig.), 2’ st Bugaro
NOTE: ammoniti Barbato, Enow, Cuccato, Trillini, Pignat, Radi, Severini, Giovagnoli. Recupero 1’ pt, 5’ st. Spettatori 500 circa