Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Campionato italiano di Ruzzola a Marischio: Mercanti e Ceccacci tirano lontano

Il 46° Campionato Italiano Individuale organizzato a Marischio di Fabriano (An) ha visto trionfare il fabrianese nella categoria A e il gengarino nella categoria B. Il senese Ferroni ha vinto nella categoria C

Il Campionato Italiano individuale di ruzzola sulle strade di Marischio di Fabriano (Foto di Valerio Vitellozzi)

FABRIANO – Trionfi “locali” in due categorie su tre in occasione del Campionato Italiano Individuale di “ruzzola”, organizzato magistralmente nel fine settimana scorso (31 luglio-1 agosto) dalla Polisportiva di Marischio, sotto l’egida della Figest (Federazione Italiana Sport e Giochi Tradizionali).  

Ben 208 i partecipanti provenienti dalle regioni del centro Italia, che si sono sfidati il sabato nelle fasi eliminatorie sulle strade di Genga (An) e la domenica nella frazione fabrianese di Marischio, per la precisione lungo la strada in direzione Campodiegoli, recentemente asfaltata, picchettata e opportunamente ripulita dagli operai del Comune di Fabriano.

Ebbene, nella categoria A, a trionfare è stato il fabrianese Roberto Mercanti, del vicino paese di San Donato, al suo secondo successo nel Campionato Italiano Individuale. Classe 1964, sta attraversando un gran periodo di forma, visto che la settimana precedente aveva vinto anche il Campionato Italiano a coppie e adesso punta chiaramente al “triplete” con il campionato a squadre che si svolgerà ad inizio settembre. Al secondo posto si è classificato Luca Massi di Pergola e al terzo Angelo Gaudenzi (Perugia), a seguire Massini Simone, Papi Gianni, Cordini Gino, Monterubbianesi Maurizio, Passeri Alessio, Gambini Paolo e Pandolfi Roberto. 

Nella categoria B, la vittoria è andata a Davide Ceccacci di Genga, secondo posto per Giuliano Sabbatini di Senigallia, terza piazza per lo jesino Giuliano Barboni, poi Conti Stefano, Venanzi Luigino, Marasca Paolo, Nazzarelli Matteo, Franceschetti Avio, Massi Alberto e Trombetta Angelo.

Nella categoria C, l’esperto e favorito Bruno Ferroni ha portato a Siena il titolo 2021, seguito da Francesco Costantini di Macerata e Leonello Simonetti di Arcevia, a seguire Battistini Mario, Magini Pierino, Gerli Marco, Del Bianco Giustino, Biondi Graziano, Papi Federico e Pericoli Marco.

I tre vincitori del Campionato Italiano individuale di ruzzola con i rispettivi trofei di categoria: da sinistra Bruno Ferroni (cat. C), Davide Ceccacci (cat. B) e Roberto Mercanti (cat. A)

Soddisfatto per la riuscita della manifestazione il presidente di specialità Mauro Sabbatini, che, oltre agli atleti, ha ringraziato tutti quelli che si sono prestati a fare i giudici di gara e la Polisportiva Marischio per come sia è prodigata nell’organizzazione dell’importante evento. 

Entusiasta anche Alberto Cingolani della Polisportiva Marischio, che con il suo “team” ha organizzato la due-giorni di ruzzola. «Ci tengo a ringraziare quanti hanno collaborato, dalle signore del paese che hanno preparato la colazione della domenica ai giocatori, alla Croce Rossa, Protezione Civile, tutti gli sponsor, le giurie e i collaboratori – sono le parole di Cingolani. – So che è stato molto apprezzato il pranzo finale al ristorante “Il Gelso”, allietato da musica e da una esibizione canora della giovane promessa Aurora Passeri. Per quanto riguarda la nostra squadra Polisportiva Marischio, infine, siamo contenti che il “nostro” Daniele Ciappelloni, al suo primo anno nella massima categoria, abbia raggiunto il traguardo della semifinale giocando ad alto livello e cedendo solo all’ultimo lancio».

In conclusione, è stato ricordato Lorenzo Lepri, grande appassionato locale di ruzzola, da poco scomparso, prematuramente: un video e targhe ricordo sono state consegnate alla famiglia, presente alle premiazioni, sia da parte della presidenza Figest che del presidente di specialità e dalla locale Polisportiva Marischio.