Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Campetto Basket, coach Rajola: «Vittoria importantissima, ora testa su Jesi»

Il tecnico della formazione anconetana ha analizzato la vittoria sul Giulianova evidenziando il grande spirito messo in campo dalla sua squadra, orfana di un giocatore importante come Leggio

Stefano Rajola
Coach Stefano Rajola nel corso di un timeout

ANCONA- La vittoria interna per 69-60 sul Giulianova, ha permesso alla Luciana Mosconi Campetto Basket Ancona di iniziare la stagione nel migliore dei modi. Coach Stefano Rajola, soddisfatto sia del risultato che della prestazione, ha così fotografato il pomeriggio del Palarossini invitando tutto l’ambiente a rimanere con i piedi ben saldi a terra:

«La vittoria è importantissima e quest’importanza viene data sia dal valore dell’avversario sia dal fatto che da nove mesi non giocavamo un match di campionato. La preseason, con la Supercoppa Centenario, ci ha aiutato ma non era ugualmente facile. Bravi ai miei ragazzi per aver superato un Giulianova ben mixato nei giovani e negli esperti. L’assenza di Leggio? Per noi è uno dei giocatori più importanti della rosa e la sua assenza ha pesato. Tra l’altro Tommaso Rossi, giocatore che poteva sostituirlo per caratteristiche, era acciaccato. Sono contentissimo di tutti quelli che sono scesi in campo perchè hanno dato un grande contributo alla squadra».

Con i primi due punti accumulati in classifica c’è la possibilità di preparare con un morale sicuramente alto la prossima trasferta di Jesi: «Analizzeremo la partita e capiremo dove migliorare collettivamente e individualmente. Abbiamo affrontato Jesi in Supercoppa ma fa poco testo, guarderemo anche la loro ultima partita per conoscere un po’ di più il nostro avversario. Giulianova, ad esempio, l’abbiamo scoperto solamente in campo».