Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio Serie C, la seconda giornata delle squadre marchigiane

Weekend di vittorie per Matelica e Sambenedettese. Il Fano pareggia anche contro il Padova. Vis Pesaro e Fermana ko in trasferta

Finale di gara tra Fano e Padova

Vittorie, pareggi e bocconi amari per le 5 squadre marchigiane impegnate nel girone b di Serie C.

Ad aprire le danze in questa seconda giornata è stato il Matelica che, nell’anticipo del sabato sera ha vinto 3-1 in casa contro la Feralpisalò. Dopo la prima vittoria in questa categoria della settimana passata, la squadra neopromossa di mister Colavitto ha conquistato 6 punti nelle sue prime due uscite. Contro la Feralpisalò, dopo essere andata sotto a metà primo tempo, i biancorossi hanno ribaltato la gara con le reti di Bordo (38′) e la doppietta di Balestrero arrivata nella ripresa.

Seconda partita e secondo pareggio per l’Alma Juventus Fano di mister Alessandrini. I granata, che sette giorni fa avevano pareggiato sul campo del Perugia, alla prima uscita nel proprio stadio hanno impattato sull’1-1 contro il Padova. Al vantaggio iniziale degli ospiti al 38esimo del primo tempo con Della Latta ha risposto il solito Barbuti per il Fano che al 70′ ha pareggiato su calcio di rigore.

Chi sorride dopo la sconfitta dell’esordio è la Sambenedettese di mister Montero. I rossoblù si sono rifatti in questa seconda giornata vincendo 2-1 contro il Gubbio. Per la Samb vantaggio iniziale di Nocciolini al 23′ del primo tempo. Pari momentaneo del Gubbio con Pellegrini al quarto d’ora della ripresa e rete decisiva del bomber ex Serie A Maxi Lopez che al 77esimo sigilla la gara.

Una domenica da dimenticare invece per Vis Pesaro e Fermana. I biancorossi di mister Galderisi escono sconfitti da Modena per 3-1 dopo una partita non poco discussa per via di alcuni episodi che ne sono scaturiti. A pesare come un macigno sulla partita non sono tanto in quattro gol, quanto la rete non assegnata a Marchi in apertura di secondo tempo, con il guardalinee a non ravvisare un pallone parso nettamente oltre la linea di porta. Poteva essere il gol del vantaggio vissino che poteva portare a un risultato molto diverso. Per i padroni di casa vantaggio iniziale dopo 5 minuti da inizio gara con Tulissi. Marchi risponde per la Vis quattro minuti più tardi e pareggia i conti. Nella ripresa, oltre all’episodio citato sopra, le due reti decisive dei gialloblù con Ingegneri (72′) e Sodinha (98′).

A subire tre gol come la Vis è la Fermana che sul campo ostico del Sudtirol crolla 3-0. Troppo forti i padroni di casa per la formazione marchigiana che non riesce ad evitare un passivo comunque pesante. Gli altoatesini vanno in vantaggio subito dopo sei minuti con la rete di Beccaro e al 33′ del primo tempo raddoppiano con El Kaouakibi. Nella ripresa a chiudere definitivamente i conti è Casiraghi che al 68′ sigilla il 3-0.