Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio serie C, Samb: debacle interna con l’Imolese

Grave sconfitta dei rossoblù in una gara che doveva servire per riprendere il cammino interrotto. La squadra ancora una volta, non riesce a fare il salto di qualità per inserirsi tra le grandi

L'autore del gol della Samb Facundo Lescano

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb era attesa dalla gara casalinga contro l’Imolese per tornare a far punti e riprendere il cammino dopo le dimissioni di mister Zironelli e il mezzo passo falso alla prima di Montero di nuovo in panchina a Mantova, con la gara pareggiata nonostante la doppia superiorità numerica.

Un momento della gara Samb-Imolese, nella foto il centrocampista D’Angelo

Purtroppo, la Samb è incappata in una brutta sconfitta, un 3-1 che rimette tutto in discussione e che deve di certo far riflettere sugli errori commessi. Eppure la Samb aveva iniziato la gara con il piglio giusto, creando alcune buone occasioni con Lescano, D’Angelo e Fazzi, poi è arrivato l’erroraccio dell’estremo difensore Nobile, che su retropassaggio di Angiulli ha perso ingenuamente palla, contrastato dall’avversario Torrasi. La sfera è arrivata poi a Bentivegna, che al 19’, a porta sguarnita, ha portato in vantaggio gli ospiti. La Samb ha provato a reagire, ma è stata ancora l’Imolese ad andare in rete con Della Giovanna al 41’, ipotecando la gara.
Nella ripresa, la Samb è ripartita forte, accorciando le distanze al 69’ con Lescano, che da posizione angolata, ha siglato la rete che ha riaperto la gara. Padroni di casa ancora pericolosi con alcune azioni concluse nuovamente da Lescano, Angiulli e Fazzi, sfiorando in più di un’occasione il pareggio. Proprio allo scadere però, al 92’ a causa di un disimpegno errato, la Samb ha subito la terza rete, ad opera di Tomasini, che fissa il risultato finale per 3-1.

La sconfitta purtroppo, impedisce come detto, di fare quel salto di qualità definitivo alla squadra, per ambire alla testa della classifica.

Questo il tabellino della gara:

SAMBENEDETTESE: (4-4-2) Nobile; Fazzi(86’ Lombardo), Cristini, D’Ambrosio, Enrici; Botta, Angiulli, D’Angelo(70’ Rossi), Trillò (65’ Chacon); Lescano, Padovan( 65’ Serafino) A disp. Laborda, Biondi, Di Pasquale, Chacon, Rossi, Serafino, Mehmetaj, Scrugli, De Goicoechea, De Ciancio, Lombardo, Liporace All. Montero

IMOLESE: (4-3-3) Siani; Rondanini, Boccardi, Carini, Della Giovanna; Lombardi, Torrasi, D’Alena; Piovanello (Tomassini), Polidori, Bentivegna. A disp. Rossi, Angeli, Pilati, Onisa, Sabattini, Aurelio, Cerreti, Alboni, Mattiolo, Laghi, Tommasini All. Catalano

ARBITRO: Mario Perri della sezione di Roma 1, coadiuvato dagli assistenti Gianluca Matera (Lecce) e Lorenzo Giuggioli (Grosseto);

RETI: 20’ Bentivegna (I), 42’ Della Giovanna (I), 69’ Lescano(S), 90+1 Tomassini (I)

L’allenatore della Samb Paolo Montero

Non è preoccupato a fine gara Montero, soddisfatto comunque della prestazione dei suoi: «Secondo me oggi, dall’era Serafino, è stata una delle nostre migliori partite. Abbiamo creato tanto, ed oggi ho visto una buona Samb. Abbiamo provato a riaprirla, non ho niente da rimproverare alla squadra. Giocando in questo modo saranno di più le partite che vinceremo. Non possiamo però, commettere più errori individuali. Ora sarà tutto più difficile, nel girone di ritorno ci sarà un altro campionato, con le ultime della classe che giocheranno per far punti. Oggi ne è stato l’esempio».

Affrontando l’argomento Nobile, anche oggi incappato in un errore che è costato lo svantaggio, il mister la pensa così «bisogna aiutarlo, sono convinto che sia uno dei tre portieri più forti del girone. È in questi momenti che si vede il gruppo e la personalità del giocatore che deve lavorare su sé stesso per uscire da questo momento così delicato».