Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio Serie C, il resoconto della 14° giornata

Delle 5 squadre marchigiane impegnate nel Girone B di Serie C sorride solo la Samb. Cadono Fermana e Matelica. Termina 0-0 il derby tra Vis e Fano

Vis Pesaro e Fano in campo per il Derby

Giornata da dimenticare per il Matelica che in casa propria cade per 3-1 contro il Gubbio. Gli umbri partono subito forte e si portano in vantaggio con la rete di Juanito Gomez. I marchigiani riescono comunque a reagire e pareggiare al 36′ con Volpicelli ma sono nuovamente gli ospiti a trovare il vantaggio con Ferrini a poco meno di due minuti dall’intervallo. Nella ripresa, dopo dieci minuti di gioco Oukhadda firma il decisivo 1-3 che regala tre punti importanti al Gubbio che si allontana dalla zona playout con 15 punti in classifica. Matelica fermo a 19.

Sconfitta ed esonero per di Mister Antonioli che con la sua Fermana cade 1-0 sul campo del Modena. I canarini continuano a non ingranare in questa stagione e a farne le spese è il tecnico ravennate. Al suo posto è stato subito ufficializzato l’arrivo di Giovanni Cornacchini, allenatore fanese che già in passato si era visto a Fermo. A decidere la gara contro il Modena è stata una rete di Mario Prezioso realizzata al primo minuto di gioco. Cornacchini si ritrova così una Fermana che naviga in piena zona playout con 10 punti in classifica, a +4 dall’ultimo posto.

Chi può sorridere in questa 14esima giornata è la Sambenedettese di mister Zironelli che al Nereo Rocco di Trieste batte la Triestina per 1-0. A decidere la gara è un colpo di testa di Lescano al 78′ che insacca in rete un bel cross di Malotti. Tre punti di grande importanza per i rossoblù che si lanciano in classifica salendo al quarto posto con 24 punti in compagnia di Mantova, Modena e Feralpisalò.

La partita più attesa di questa giornata era quella dello Stadio Benelli di Pesaro dove andava in scena il sentitissimo derby tra Vis e Alma Juventus Fano. Una attesa che è stata delusa dallo 0-0 dopo i 90 minuti di gioco. Dopo un primo tempo in crescendo, la Vis Pesaro molla e soffre tantissimo nei secondi 45 minuti. Il Fano, più aggressivo e pericoloso durante tutta la seconda frazione, trova anche il gol allo scadere con Carpani ma la rete, inizialmente convalidata, viene poi annullata per fuorigioco. Il Fano con il punto conquistato raggiunge l’Arezzo a quota 6 e abbandona l’ultimo posto in solitaria. La Vis Pesaro è sempre in zona playout con 12 punti all’attivo.