Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Serie B quinta giornata: spicca l’anticipo tra Palermo e Genoa. Domani l’altro big match tra Benevento e Cagliari

Domani alle 14 la maggior parte dei match. Alle 16.15, l'Ascoli a Perugia. Domenica il posticipo tra la Spal e il Venezia

Una fase del match tra Genoa e Parma di sabato scorso (foto ufficio stampa Parma calcio)

ASCOLI – La Serie B torna in campo per la quinta giornata di campionato. Un torneo, quello cadetto, che sta regalando grandi emozioni e tante sorprese. In testa, infatti, dopo le prime quattro giornate, ci sono tre squadre: la Reggina di Pippo Inzaghi, il Frosinone e il Brescia. Tre formazioni allestite per una stagione al vertice, che fino ad ora hanno collezionato, tutte e tre, tre vittorie e una sola sconfitta. Ad inseguire, a otto punti, ancora imbattute, l’Ascoli e il Genoa. Imbattute anche Bari e Parma, che veleggiano a metà classifica. In coda, invece, Pisa e Perugia hanno soltanto un punto e sono più in crisi che mai. Si tratta di due grandi delusioni, perché entrambe le formazioni puntavano a un campionato di spessore, soprattutto il Pisa, che lo scorso anno perse la finale playoff contro il Monza e arrivò vicino a coronare il sogno della promozione in Serie A. Ancora senza vittorie anche il Como di Fabregas e Cutrone, penultimo con soli due punti conquistati.

Il programma

Per quanto riguarda il programma della quinta giornata di campionato, si comincerà questa sera con il tradizionale anticipo del venerdì. Alle 20.30 saranno di scena due compagini che puntano direttamente alla promozione. Al Barbera, infatti, spazio al big match Palermo-Genoa, che promette spettacolo. Domani alle 14, invece, la maggior parte del menù: Benevento-Cagliari, altro big match di questo quinto turno, poi Parma-Ternana, Modena-Brescia, il testacoda Pisa-Reggina, Cosenza-Bari, Como-Sudtirol e Cittadella-Frosinone. Alle 16.15 il derby marchigiano-umbro tra Perugia e Ascoli, una sfida sempre molto sentita. Domenica, infine, sempre alle 16.15, il posticipo di Ferrara tra la Spal e il Venezia, due nobili decadute che sono in cerca di rilancio.

L’Ascoli

Per quanto riguarda la sfida dell’Ascoli a Perugia, oggi ha parlato il mister dei bianconeri Cristian Bucchi, che domani sarà squalificato e siederà in tribuna, dopo l’espulsione rimediata nella sfida precedente contro il Cittadella. Ecco le parole dell’allenatore ascolano: «C’è un Ascoli che vorrà fare a tutti i costi risultato e sorrido quando sento parlare di momento difficile del Perugia. Sono passate quattro giornate, ogni tanto si perde di vista l’effettivo andamento delle cose. Il Perugia è un’ottima squadra, che ha fatto quattro buone prestazioni, all’interno di queste partite ci sono stati episodi che le hanno condizionate, ma è una squadra in salute. Attacca con tanti uomini, ha un’identità forte, data dal suo allenatore, è un avversario valido, coriaceo, combattivo. Troveranno un Ascoli agguerrito, voglioso di fare risultato a tutti i costi, non perché davanti ha il Perugia, ma perché noi giochiamo così, scendiamo sempre in campo per cercare di vincere, a prescindere dall’avversario, che rispettiamo. Mi aspetto di vedere un grande Ascoli, determinato, voglioso di vincere le seconde palle, di giocare un’ottima partita a livello di intensità e di qualità, di creare azioni da gol, di sfruttarle e di vincere la gara».

La classifica

Questa la classifica del campionato di Serie B, dopo le prime quattro giornate: Reggina, Frosinone, Brescia 9; Ascoli, Genoa 8; Benevento, Cosenza, Cagliari 7; Bari, Parma 6; Cittadella, Spal 5; Palermo, Venezia, Ternana 4; Modena, Sudtirol 3; Como 2; Pisa, Perugia 1.