Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Serie B, brutta sconfitta dell’Ascoli in casa con il Brescia: rigore dubbio fa vincere i lombardi

I bianconeri vanno due volte in vantaggio poi si fanno recuperare. Il rigore del 3-2 per il Brescia giudicato molto generoso da parte del mister ascolano Sottil

Ascoli.- Giornata sfortunata quella di ieri (25 settembre) per l’Ascoli nel campionato di serie B. Nel confronto al Del Duca con il Brescia di Inzaghi la squadra di Sottil va in vantaggio due volte, poi si fa raggiungere e infine subisce il gol del sorpasso grazie ad un rigore molto dubbio. Un sconfitta per 3-2 che il mister bianconero ha giudicato immeritata, dato il volume di gioco sviluppato dai suoi ragazzi. Ma evidentemente la forza degli avversari e alcune disattenzioni nella retroguardia hanno determinato il risultato conclusivo.

Due gol bianconeri in mezz’ora

Nel primo tempo l’Ascoli domina nella prima parte e mette a segno due reti in mezz’ora. Al 17′ è Dionisi ha sfruttato una svarione difensivo degli ospiti per realizzare il promo gol, poi ci pensa Felicioli ha insaccare nella porta di Joronen il 2-0 dei bianconeri.

A quel punto i ragazzi di Sottil sembrano soddisfatti ed allentano la pressione. Anche se i contropiedi di Dionisi e compagni sono sempre pericolosi. Ma il Brescia reagisce, crea occasioni e al 43′ trova la prima rete della gara con Cistana.

Ripresa tutta in mano bresciana

Nella ripresa match ancora più combattuto che nella prima frazione, con le Rondinelle che si buttano in avanti con determinazione per trovare il pareggio. Collocolo e Dionisi per l’Ascoli alleggeriscono la pressione lombarda con due tentativi, ma senza esito. Al 60′ invece arriva il 2-2 bresciano con Chancellor che trafigge Leali da distanza ravvicinata. Un colpo per la formazione di Sottil che sembra frastornata. I cambi che il mister dei bianconeri attua per far cambiare di nuovo il verso alla partita non sortiscono gli effetti sperati. Sono invece le Rondinelle al 72′ ad usufruire di un clamoroso rigore molto contestato dagli ascolani, durante e dopo la partita.

Penalty molto dubbio assegnato da Massimi

L’arbitro Massimi assegna un penalty al Brescia per un fallo di Buchel su Moreo. Tira Pajac che segna dal dischetto nonostante Leali riesca a toccare la palla. Lombardi a sorpresa in vantaggio per 3-2, e Del Duca (4 mila spettatori) ammutolito. Solo dopo Sottil fa entrare il bulgaro Iliev al posto del giovane Caligara: ma l’andamento del match non si modifica. Alcune puntate di Bidaoui sulla fascia con successive cross al centro dell’area lombarda non vengono concretizzati dai compagni. L’arrembaggio finale dei bianconeri non cambia il risultato : il Brescia vince ad Ascoli per 3-2. Tensione alta al termine della gara con Buchel che si dirige verso la panchina avversaria per protestare con Pajac. I due vengono separati e si torna tutti negli spogliatoi.

Per Sottil molto generoso il rigore al Brescia

«Siamo stati puniti dalle disattenzioni sul primo e secondo gol – ha detto Sottil nel commentare la partita – e non dovevamo commettere quegli errori. Poi però è stato concesso un rigore molto generoso con Moreo già in volo e Buchel che non lo tocca neanche, forse lo sfiora; infine un episodio molto dubbio in mezzo all’area con De Paoli. Insomma c’è molta rabbia perché l’Ascoli ha disputato un’ottima gara, a viso aperto contro una squadra forte e non meritavamo di perdere».