Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Un Ascoli caparbio soffre con il Lecce ma poi pareggia con Iliev nel finale: Leali salva il risultato

Il Lecce parte bene e va in vantaggio al 6'. L'Ascoli reagisce nella ripresa e si fa pericoloso dopo l'ingresso di Sabiri e Fabbrini. Rete del pareggio di Iliev, 1-1

ASCOLI – Buona prova di carattere per l’Ascoli contro il Lecce, nell’ottava giornata del campionato di serie B. Al Del Duca davanti a 4400 spettatori e agli ultras che sono tornati in curva, la squadra di Sottil ha conquistato un ottimo pareggio dopo essersi trovata per oltre 70 minuti in svantaggio. In campo da subito Maistro preferito a Fabbrini in avanti, con il difensore Avlonitis che è rimasto in panchina.

Partenza sprint del Lecce

Il Lecce parte bene e mette in difficoltà due volte la difesa del Picchio fino ad arrivare al gol già al 6′ con Strefezza. L’Ascoli stenta a reagire e subisce la velocità dei salentini, tanto da rischiare il secondo ko da Baiano, il cui tiro in area di mezzo volo viene respinto dal portiere Leali. I bianconeri cominciano a manovrare a centrocampo ma con lentezza e poca lucidità : Bidaoui non riesce a penetrare sulla fascia sinistra e Saric non è al meglio della forma. Un tiro da fuori di Maistro parato agevolmente da Gabriel per il Lecce, una punizione alta di Dionisi da 30 metri e poco altro nella prima frazione.

Nella ripresa la squadra pugliese è di nuovo e subito pericolosa, con più occasioni e un ottimo tiro a giro di Coda diretto all’incrocio dei pali che Leali in maniera superba riesce a deviare in angolo.

Decisivo l’ingresso in campo di Sabiri e Fabbrini

Sembra lo stesso copione del primo tempo, ma il verso della partita cambia con l’ingresso in campo al 57′ di Sabiri e Fabbrini al posto di Saric e Maistro. L’Ascoli diventa più veloce e rapido nelle manovre, costringendo il Lecce sulla difensiva. Con i tifosi che si fanno sentire i bianconeri riescono ad arrivare con più facilità nell’area avversaria. Bidaoui prova a sfondare a sinistra anche senza risultato, poi una palla che danza davanti al portiere salentino e che viene respinta. Poco dopo, al 65′ Quaranta su punizione di Sabiri devia di testa e colpisce la traversa degli ospiti.

Primo gol di Iliev in bianconero

Il gol è nell’aria e premia la squadra di Sottil al 74′. A segnare è il bulgaro Iliev appena gettato nella mischia dal tecnico piemontese al posto di Eramo.

Il portiere dell’Ascoli Leali

Azione sprint con Sabiri sulla sinistra che lancia Dionisi, da questi al centravanti della Nazionale bulgara che lascia partire in corsa un gran tiro che si insacca sulla destra della porta difesa da Gabriel. Lo stadio Del Duca esplode di gioia per un match salvato nel finale, e che sembrava molto difficile da raddrizzare.

Leali salva ancora l’Ascoli nel finale

Ma la gara non era terminata. Ed il Lecce sempre insidioso riusciva due volte ad impensierire l’Ascoli. Prima su contropiede con Coda che davanti a Leali si faceva respingere il tiro ravvicinato e poi su punizione dal limite dell’area bianconera, con il superbo portiere del Picchio deviava in angolo. Tre minuti di recupero e poi il match finiva: Ascoli-Lece 1-1. Buona la direzione arbitrale di Dionisi della sezione dell’Aquila. La formazione di Sottil sale a 14 punti, restando nelle zone alte della classifica di serie B.

Exit mobile version