Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio, Sambenedettese: c’è ancora un nuovo arrivo, il difensore centrale Marzio Pica

Dopo gli innesti di Frulla e Zanazzi, presentati alla stampa, c’è una nuova novità in casa rossoblù, si tratta del difensore Marzio Pica, ex Paganese, cresciuto nel settore giovanile della Lazio

Il nuovo difensore della Samb Marzio Pica (Foto Uff. Stampa Sambenedettese)

Samb ancora attiva sul mercato. Agli arrivi delle ultime ore dei due centrocampisti Mattia Frulla e Lorenzo Zanazzi, si è aggiunto il difensore centrale ex Paganese Marzio Pica. Questo il comunicato della società rossoblù: «La A.S. Sambenedettese comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del calciatore, classe 2002, Marzio Pica. Il difensore centrale, ex Lazio Primavera, ha rescisso il contratto che lo legava alla Paganese ed è già a disposizione di mister Antonioli».

Un momento della presentazione dei nuovi arrivati Mattia Frulla e Lorenzo Zanazzi

Presentati intanto ufficialmente alla stampa, i due centrocampisti Frulla e Zanazzi, entrambi molto entusiasti di indossare la maglia della Samb. Queste le parole dello jesino Mattia Frulla, ex Gelbison: «Quando chiama la Sambenedettese, è dura rifiutare. Da marchigiano, la Sambenedettese è una delle piazze più ambite nelle Marche. È un onore giocare in questo stadio, così come lo è stato giocarci da avversario. Tutte le squadre che giocano conto la Sambenedettese trovano ogni domenica motivazioni speciali. Conosco pochi giocatori della Samb, perché molti di loro hanno fatto la C, mentre io ho giocato sempre in D. È un onore anche per questo motivo stare qui e potermi confrontare con giocatori che hanno sempre militato in tornei professionistici. Sono una mezz’ala di corsa a cui piace inserirsi e se possibile, segnare anche qualche gol, come mi è accaduto nelle stagioni precedenti. Spero di segnare delle reti anche a San Benedetto. Un’altra delle mie caratteristiche sono anche i calci piazzati».

Pur con tutte le difficoltà che ci sono state, continua il centrocampista, «la squadra è stata costruita per fare un campionato importante. I giocatori acquistati non sono stati di certo scelti a caso, ma la Serie D è un campionato a parte, difficile, e se non ci si entra mentalmente in questa categoria è dura. Sono qui anche per cercare di portare questa mentalità, anche se non voglio assolutamente insegnare niente a nessuno, visto il valore dei miei compagni. Siamo alla Samb per un unico obiettivo, tutti a disposizione del mister che dovrà effettuare le sue scelte. Per me non sarà neanche un problema dover andare a volte anche in panchina. È difficile giudicare la squadra ed i risultati passati, ma partire a quattro giorni dall’inizio del torneo sarebbe stato difficilissimo per chiunque. Domenica con il Castelnuovo ci aspetterà una battaglia, senza fare tanti calcoli».   

Così invece l’altro centrocampista Lorenzo Zanazzi, ex Caldiero Terme: «Sono anche io un centrocampista, mezz’ala, e la mia qualità migliore è l’inserimento in area. Arrivo da un torneo con più di 30 presenze e 5 gol nel mio anno di esordio in D, dopo 10 anni nel settore giovanile del Chievo sino ad arrivare alla Primavera. Con l’arrivo dell’emergenza Covid, si è fermato tutto ed ho deciso di andare a giocare tra i ”grandi” col Caldiero Terme. Iniziata la stagione sempre con il Caldiero Terme, quando ho saputo dell’opportunità di venire a giocare in una piazza come San Benedetto del Tronto, non ci ho pensato due volte e sono venuto. Sono orgoglioso e voglioso di portare la squadra dove merita, cioè tra i primi posti in classifica. Ho visto il campo prima e mi sono emozionato. So che ci sono molti tifosi alla domenica e spero davvero di far bene e spiccare il volo proprio da San Benedetto. Speriamo di far risultato subito e di portare un po’ di serenità ai tifosi ed a tutto lo staff. Non vedo l’ora di giocare».