Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio, Sambenedettese: il 19 maggio al via l’Asta. Il sindaco Piunti: «Favorire l’ingresso di forze locali»

Con la fine del torneo, massima attenzione rivolta alla salvezza della società. Scende in campo anche il primo cittadino, auspicando l’ingresso allargato di forze imprenditoriali locali

Il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti

Terminato il torneo con la Samb eliminata dai Play-Off dal Matelica, l’attenzione della piazza e della tifoseria è rivolta esclusivamente al salvataggio della gloriosa società rossoblù. Dopo alcune manifestazioni di interesse, non andate a buon fine per l’onerosità dell’impegno, stimato intorno ai 5-6 milioni di euro, considerando i debiti verso i calciatori, compresi i contratti ancora in essere pluriennali, diritti di immagine, fideiussione e budget dignitoso per poter costruire una squadra adeguata al torneo di LegaPro, si cerca nuovamente qualcuno che possa investire seriamente nella Samb, da solo o in pool.

Il Tribunale di Ascoli Piceno, che sta curando il Fallimento della “S.S. Sambenedettese Calcio”

A questo proposito è sceso in campo anche il sindaco della città rivierasca Pasqualino Piunti, che in una nota ha voluto ribadire tutto l’impegno dell’amministrazione comunale, atto a mettere in campo ogni sforzo per il salvataggio della società, in particolare, con il più largo coinvolgimento delle forze imprenditoriali locali, tramite forme di acquisti di pacchetti di quote societarie. Queste le parole del sindaco: «Ci stiamo impegnando in prima persona per concretizzare questo progetto. Occorre trovare la formula giusta e una partecipazione ampia, in grado di rappresentare l’imprenditoria, la tifoseria e il desiderio di maggiore trasparenza nella gestione economica della Samb. I nostri sforzi sono unicamente rivolti alla salvaguardia della categoria: il gruppo che si andrà a formare sarà un interlocutore prezioso per chiunque abbia la forza di acquistare la Sambenedettese e garantire l’iscrizione in Serie C».

Intanto i curatori del Fallimento nominati dal Tribunale di Ascoli Piceno, Franco Zazzetta, Massimiliano Pulcini e l’avvocato Francesco Voltattorni, hanno stabilito la vendita con procedura competitiva dell’azienda sportiva calcistica “Società Sportiva Sambenedettese S.r.l.” per il giorno mercoledì 19 maggio, da tenersi presso lo Studio del Notaio Pietro Caserta, sito in San Benedetto del Tronto. La base d’asta di partenza è di € 400.000,00.

Il tecnico Paolo Montero, il suo futuro potrebbe essere lontano da San Benedetto

Per quanto riguarda la squadra, tutto è rimandato a quello che avverrà nei prossimi giorni anche se, a cominciare da mister Montero, potrebbe registrarsi un concreto via-vai di giocatori e staff, vista l’incertezza che sta regnando. Le stesse parole dell’allenatore nell’ultima gara di Macerata con il Matelica, con cui ha voluto ringraziare tutto lo staff, i tifosi e l’ambiente in questa annata così tormentata, hanno di certo il sapore dell’addio.