Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio, per la Samb passo falso con il Cesena. Montero: «Un premio al coraggio dei ragazzi»

Stop casalingo contro un buon Cesena. Ora occhi puntati ancora alle vicende societarie, che si aggravano giorno dopo giorno, in attesa di una risoluzione più indolore possibile

Lo striscione esposto dai calciatori con cui hanno voluto ringraziare gli sportivi e la città

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il calendario vedeva oggi i rossoblù, ancora alle prese con una situazione societaria gravissima, con una crisi che sembra non avere ancora sbocchi, impegnati con il Cesena, formazione che precede di soli 3 punti gli uomini di Montero nella classifica di LegaPro girone B.

In una gara che ha visto inizialmente una buona Samb, pericolosa subito al 6’ con Lescano, i bianconeri si sono fatti vivi in avanti con Bortolussi, che ha concluso fuori di poco al 15’. Gli ospiti crescono ancora, rendendosi pericolosi ancora con Bortolussi al 18’ e con Favale al 28’. Al 30’ l’episodio che decide la gara: da una punizione senza esito della Samb, ne esce un contropiede di Collocolo che dopo aver percorso una buona fetta di campo da solo infila Nobile con una gran botta di destro.
Neanche il tempo di mettere la palla al centro, ed il Cesena raddoppia con Capellini, bravo sotto misura ad insaccare dopo una sponda di Bortolussi. Uno-due micidiale che indirizza già la gara a favore dei bianconeri di mister Viali.

Nella ripresa, la Samb prova il tutto per tutto, giungendo alla conclusione sempre con Fazzi, prima al 48’, poi al 49’. Al 60’ ci prova Trillò con il sinistro, ma la palla sfiora il palo. L’occasione migliore la crea però Lescano al 62’, su cui si immola il difensore bianconero Ricci. Allo scadere, all’82’, ci prova Angiulli, ancora senza fortuna. Il giocatore poi, si fa anche espellere al 90’, per un fallo da dietro su Zecca. Samb che dunque esce sconfitta sul suo campo, in attesa di giocare la sua partita più importante, quella societaria.

I due capitani Biondi e Caturano al centro del campo

Questo il tabellino del match:

SAMBENEDETTESE – CESENA 0-2

SAMBENEDETTESE (4-4-2) Nobile; Fazzi, Biondi (82’ Cristini), D’Ambrosio, De Goicoechea (46’ Trilló); Botta, Rossi, Angiulli, Liporace; Lescano, Babić (46’ Chacon) A disp. Laborda, Fusco, Trillò, Enrici, Di Pasquale, Chacon, Maxi Lopez, Cristini, Bacio Terracino, Scrugli, De Ciancio. All. Montero

CESENA (4-3-3) Nardi; Longo, Ciofi (68’ Zappella), Ricci, Favale; Capellini, Di Gennaro, Collocolo; Bortolussi (88’ Tonetto) , Caturano (68’ Sorrentino), Russini(68’Zecca) A disp. Benedettini, Zappella, Zecca, Munari, Nanni, Tonetto, Petermann, Sorrentino, Vallocchia, Lepri, Fabbri. All. Viali

ARBITRO: Arbitra Mario Saia della sezione di Palermo, coadiuvato dagli assistenti Alessandro Maninetti (Lovere) e Luca Feraboli (Brescia); quarto ufficiale: Marco Acanfora della sezione di Castellammare di Stabia.

NOTE: Ammonito Rossi (S), espulso Angiulli (S)

RETI: 30′ Collocolo (C), 33’ Capellini (C)

Un momento della gara

Montero commenta così la gara: «Abbiamo trovato una squadra in salute, molto dinamica, che oggi ha avuto la meglio. Premio comunque il coraggio, e la voglia dei ragazzi, che come tutti sanno quello che stanno vivendo, ed allo stesso tempo non tolgo meriti al Cesena, che ha allestito una squadra importante. Conosco mister Viali, per averci giocato insieme con l’Atalanta, e so che hanno vissuto un periodo duro a causa del Covid. Sono anche convinto che se il Cesena non avesse avuto questi problemi, sarebbe stato molto più in alto. Avevamo preparato in questo modo la gara. Ora è importante guardarci negli occhi; è vero che siamo tristi per aver perso, ma i nostri tifosi oggi non ci possono rimproverare nulla, perché i ragazzi hanno lottato sino alla fine. Abbiamo avuto alcune occasioni, ma non siamo stati fortunati. L’importante è dimostrare di essere uomini in campo, nonostante le nostre difficoltà».