Moie Vallesina, sfida alla capolista dopo il ritorno al successo

La squadra di mister Stefano Tiranti batte 2-1 il Camerano e prepara la visita alla Vigor Castelfidardo di sabato 26 ottobre. «La risposta che ci voleva da parte del gruppo, ci siamo. Ora un altro bel banco di prova»

Il Moie Vallesina sceso in campo contro il Camerano (foto da pagina Fb Moie Vallesina)

MOIE DI MAIOLATI – Ritorno a casa, al “Pierucci” dopo le prime gare interne disputate a Cupramontana per l’indisponibilità per lavori dell’impianto di Moie, e ritorno alla vittoria. Alla quinta giornata del campionato di Promozione il Moie Vallesina batte 2-1, in rimonta, il Camerano e ritrova il successo che gli mancava dal primo turno. Decisive le reti di Api e Togni, all’11’ del primo tempo e all’10’ della ripresa, per rispondere all’iniziale vantaggio ospite. E ora, sotto con la sfida a domicilio alla capolista Vigor Castelfidardo, sabato prossimo 26 ottobre.

«Partita che va guardata sotto due punti di vista – dice il tecnico del Moie Vallesina, Stefano Tiranti -. Il primo, la risposta del gruppo che ci voleva e che c’è stata, dopo le due sconfitte in casa di Biagio Nazzaro Chiaravalle e Passatempo e prima della prossima partita contro una corazzata come la Vigor Castelfidardo, la più forte del girone e ricca di giocatori di categoria superiore. Un poco di preoccupazione c’era, avevamo anche delle assenze, ma il gruppo ha risposto davvero bene, soprattutto al fatto di essere andati in svantaggio dopo pochi minuti. Sono molto contento di questa reazione».

Prosegue Tiranti: «Sotto un altro aspetto, posso dire che non si è trattato di una partita di grande livello. Una settimana prima a Passatempo avevamo fatto entrambi, noi e gli avversari, una grande gara e di certo meritavamo di più ma nel calcio gli episodi pesano e siamo tornati con una sconfitta. Sabato scorso contro il Camerano invece, per certi aspetti la gara è stata meno buona. Ma contava vincere e così è stato».

 

Stefano Tiranti, allenatore del Moie Vallesina
Stefano Tiranti, allenatore del Moie Vallesina

Ora il ciclo di avversarie blasonate e ambiziose riservato dal calendario al Moie Vallesina in questa fase prosegue. «Ma la squadra e il gruppo ci sono e l’organico c’è, per cui possiamo e riusciamo comunque a mandare in campo una squadra competitiva anche di fronte a due o tre assenze. A Castelfidardo troveremo un avversario e un terreno di gioco, un sintetico piuttosto usurato, fra i più ostici dell’intero girone. Un altro bel banco di prova».