Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio LegaPro, il bomber Ettore Marchi: «La mia Fermana davanti ad ogni obiettivo personale»

Il bomber canarino sottolinea il buon momento della Fermana, mettendo al centro dei suoi interessi quelli della squadra, tralasciando quelli personali in una carriera vissuta sempre da protagonista

L'attaccante della Fermana Ettore Marchi

In vista della delicata sfida di sabato prossimo a Pescara, con orario di inizio alle ore 17:30, nella consueta conferenza stampa settimanale, è stato il bomber Ettore Marchi a spiegare il momento della Fermana. Ciliegina sulla torta del mercato canarino, Marchi non ha ancora potuto dare in pieno il suo contributo a causa di un piccolo infortunio che lo ha tenuto fermo ai box per alcune gare proprio in avvio di torneo, pur risultando sempre tra i migliori nelle occasioni in cui è sceso in campo.

L’esultanza di capitan Urbinati nell’ultima gara con il Siena

Queste le parole dell’attaccante gialloblù, che ha affrontato anche l’argomento del cambio della guida tecnica, avvenuto alcune settimane fa: «Credo che nel calcio ci siano dei percorsi. Durante il percorso che abbiam fatto con il mister Domizzi, credo che come squadra non siamo stati in grado di recepire i suoi dettami. Poi il calcio va anche in base alle prestazioni, che molte volte portano ai risultati. Le prestazioni sicuramente non sono state all’altezza della Fermana. Come sempre, credo però che le colpe non siano da attribuire solo al mister Domizzi, ma sono cose che nel calcio capitano. Purtroppo ci sono delle situazioni, dei percorsi che magari non si riescono a portare a termine per una serie di motivi. Dispiace, perché ogni esonero non va preso come una cosa positiva, nel modo più assoluto, però dico anche che fa parte del passato. Ora siamo contenti con il mister Riolfo. Abbiamo intrapreso un ulteriore percorso anche se, per forza di cose, il mister si è trovato a lavorare di fatto solo pochi giorni con la squadra. C’è bisogno quindi di continuare a lavorare per come stiamo facendo per capire bene le sue idee. Per quanto riguarda il ruolo, a me non interessa se devo fare il finalizzatore, se devo lavorare di più per la squadra. Per me si deve andare in campo e giocare la partita per quello che c’è bisogno di fare. Io credo che in questo momento ci sia bisogno di concretezza, poi quello che viene dopo è tutto di guadagnato. In questo momento c’è bisogno del noi e non dell’io. Se c’è da mettere da parte qualcosa, si mette da parte e si va in battaglia, indipendentemente dalle presenze, dalla carriera. Tutto quello fa parte del passato. Ora sono un giocatore esattamente come tutti gli altri».   

Il portiere canarino Simone Trezza, pronto a tornare a lavorare con la squadra

Intanto operazione perfettamente riuscita per l’estremo difensore Salvatore Trezza, che oggi si è sottoposto ad intervento chirurgico al menisco sinistro all’ospedale di Perugia. A breve il calciatore gialloblù, dopo alcuni giorni di riposo, potrà iniziare gradualmente la riabilitazione.

Infine, in merito alla gara Pescara-Fermana, in programma per sabato allo “Stadio Adriatico-Cornacchia” alle ore 17:30, la società ospitante ha reso note tutte le informazioni utili ai tifosi ospiti che assisteranno all’evento. Eccole nel dettaglio:

COME RAGGIUNGERE LO STADIO E IL SETTORE OSPITI
www.pescaracalcio.com/stadio-adriatico-dati-tecnici/;
INTRODUZIONE STRISCIONI
www.pescaracalcio.com/disposizioni-per-laccesso-di-striscioni-ed-altro-allinterno-dello-stadio/;
REGOLAMENTO D’USO STADIO ADRIATICO-CORNACCHIA
www.pescaracalcio.com/stadio-adriatico-regolamento-duso/;
CODICE DI CONDOTTA DELFINO PESCARA 1936 SPA
https://www.pescaracalcio.com/codice-di-condotta-dei-sostenitori-della-delfino-pescara-1936-s-p-a/.