Jesina: via Mosconi, Chiariotti nuovo presidente

Nella società leoncella in piena crisi sportiva si cambia, anzi si rimescola, al vertice. «Riconosco l’errore commesso in estate e ne traggo le conseguenze- spiega l'ex numero uno dimissionario- mi spiace soprattutto per i tifosi»

JESI – Nella Jesina in piena crisi sportiva, mestamente ultima in classifica e reduce da sette sconfitte consecutive nel girone F di serie D, si cambia, anzi si rimescola, al vertice: Gianfilippo Mosconi, proprietario della gran parte del club leoncello con il 90% delle quote acquisito nel giugno 2018, non è più presidente. Nella carica subentra invece il commercialista Giancarlo Chiariotti, responsabile amministrativo e finanziario e l’uomo che aveva curato per Mosconi il passaggio societario dalla vecchia gestione un anno e mezzo fa.

È la Jesina a ufficializzare la cosa con una nota: «A seguito dei risultati sportivi al di sotto delle aspettative della società e dei tifosi, Gianfilippo Mosconi, ritenendosi moralmente responsabile delle scelte effettuate, si è dimesso dalla carica di presidente del consiglio di amministrazione della Jesina Calcio».

 

Il presidente della Jesina Gianfilippo Mosconi
L’ex presidente della Jesina Gianfilippo Mosconi

Dice Mosconi: «Riconosco l’errore commesso in estate e ne traggo le conseguenze. Mi spiace soprattutto per i tifosi perché, dopo l’impegno ed i sacrifici fatti per aver restituito alla Jesina la serie D e averle permesso di disputare una seconda parte di stagione ad alto livello, le aspettative erano ben altre. Continuerò a sostenere i leoncelli con la stessa passione e mi auguro che così facciano anche i tifosi».

Giancarlo Chiariotti

«In seguito a tale decisione- dice la società- i soci hanno provveduto a nominare il rag. Giancarlo Chiariotti come nuovo presidente».