Jesina, piange la classifica

Dopo l'1-1 con il Tolentino, confronto a fine gara fra parte del tifo e i direttori della società leoncella Micozzi e Gagliardini. Squadra ancora a secco di vittorie, Manuelli: «La differenza la fanno gli episodi e in questo momento decisamente non vengono a nostro favore»

Jesina - Tolentino

JESI – Jesina ancora a secco di vittorie in questo avvio di stagione, dopo l’1-1 casalingo con il Tolentino. Appena due i punti conquistati nelle prime quattro giornate dai leoncelli, che domenica prossima 29 settembre saranno in trasferta ad Avezzano.

Montano insoddisfazione e preoccupazioni del tifo, che nel post partita del derby coi cremisi ha atteso fuori dalla tribuna i responsabili della società leoncella, in particolare il direttore generale Stefano Micozzi e il direttore sportivo Maurizio Gagliardini, per chiedere spiegazioni.

Prova comunque a vedere positivo il tecnico Omar Manuelli: «In queste categorie la differenza la fanno gli episodi. E in questo momento decisamente non vengono a nostro favore. Abbiamo giocato un buonissimo primo tempo, non abbiamo sfruttato un calcio di rigore e altre occasioni. Il Tolentino è andato in vantaggio su un altro rigore che definirei molto molto generoso da parte dell’arbitro».

Prosegue Manuelli: «Siamo riusciti a creare abbastanza e, anche nel secondo tempo, a concedere poco. In questo momento soffriamo un poco sugli esterni di difesa. C’è naturalmente rammarico, volevamo vincere a tutti i costi». Autore del gol del pari, Damiano. Dice Manuelli «Ha fatto un gran gol e ha decisamente inciso, in attacco siamo in tre e far giocare tutti insieme dall’inizio Cruz Pereira, Villanova e Damiano ci sbilancerebbe troppo».