Jesina, due turni di stop a Marini. Si fanno sentire i tifosi

Dopo l'espulsione di domenica scorsa con la Vastese, il difensore e capitano salterà la trasferta di Pineto e il Matelica. Cinque giornate di squalifica al portiere ospite, una a mister Manuelli. Eloquente messaggio di protesta appeso al Carotti

Lo striscione di protesta dei tifosi della Jesina

JESI – Due giornate di squalifica per il difensore e capitano Alex Marini che, quindi, salterà la partita di domenica prossima 13 ottobre in casa del Pineto e il successivo ritorno al Carotti del 20 ottobre, con il Matelica.

È la decisione del giudice sportivo dopo il rosso diretto e l’espulsione del difensore leoncello nel parapiglia scatenatosi nei minuti finale del primo tempo fra Jesina e Vastese. Una mischia costata ancora più cara al portiere della Vastese Lorenzo Bardini, che ne era stato in qualche modo all’origine con la sua reazione sull’attaccante leoncello Cruz Pereira che gli si era buttato contro in scivolata.

Per Bardini, cinque giornate di stop «Per avere, a gioco fermo, strattonato per la maglia un avversario e, divincolandosi da alcuni compagni che lo trattenevano, colpito con un pugno al volto altro calciatore della squadra avversaria. Inoltre tentava ripetutamente di reiterare la condotta violenta e, alla notifica del provvedimento disciplinare, veniva allontanato affannosamente dal terreno di gioco». Per Marini, che era intervenuto a difesa di Cruz Pereira, due giornate «per avere spintonato a gioco fermo un calciatore avversario».

Domenica prossima, 13 ottonre, a Pineto anche il tecnico leoncello Omar Manuelli, a sua volta espulso dal rettangolo di gioco per proteste nel corso della ripresa, dovrà stare lontano dal campo: un turno di squalifica. Intanto, con la squadra ultima in classifica (in sei partite soli due punti, frutto di quattro sconfitte e due pareggi), i tifosi leoncelli hanno fatto sentire la loro voce con un eloquente messaggio appeso al Carotti che fra valore dei giocatori, tecnico e direttore sportivo, non salva nessuno. E dice: “Ultimi ed umiliati. Squadra, mister e ds inadeguati”.

Il Pineto, prossimo avversario, ha invece cambiato in panchina: esonerato dopo l’ultima sconfitta di Notaresco (3-1) l’allenatore ex San Nicolò e Fano Massimo Epifani, affidata la guida della squadra a Paolo Rachini, cambiando anche il preparatore atletico, ora Fabio Perazzetti, e confermando il resto dello staff con Michele Radunanza e Dario Di Giannatale.