Jesina: in Coppa si parte a Civitanova, contro la Sangiustese

Abbinamento già stabilito per il primo turno contro gli ex Cossu e Zannini. Al Circolo Cittadino rimpatriata per i leoncelli della C2 1986-87, con mister Vannini e Luca Marchegiani

Al Circolo Cittadino la rimpatriata della Jesina 1986-87

JESI – Sarà con la sfida esterna alla Sangiustese degli ex Alessandro Cossu, d.g. dei calzaturieri, e Diego Zannini, centrocampista, che si aprirà ufficialmente la stagione 2019-20 della Jesina. Già stabilito l’accoppiamento del primo turno di Coppa Italia, in programma domenica 25 agosto: in virtù del piazzamento di campionato dello scorso anno, Sangiustese e Jesina sono già ammesse a questa fase e saltano il preliminare di domenica prossima 18 agosto, senza doverlo peraltro attendere per conoscere l’avversario. In casa della Sangiustese, che disputa le sue gare al Polisportivo di Civitanova, potrebbe giocarsi alle ore 20,30. C’è l’accordo fra le società ma manca l’ufficialità.

Alessandro Cossu, oggi direttore generale della Sangiustese

Definito intanto anche il girone del campionato nazionale Juniores che attende i baby della Jesina affidati alla guida di Andrea Cuicchi: con le sette marchigiane Jesina, Montegiorgio, Porto Sant’Elpidio, Matelica, Recanatese, Sangiustese e Tolentino, ci sono il San Marino/Cattolica e 4 umbre: Bastia, Cannara, Foligno e Sporting Trestina.

Quanto alla prima squadra, mercoledì 14 alle ore 18 test a Senigallia con la Vigor.

L’amichevole fra Jesina e Sassoferrato-Genga

Nei giorni scorsi bella rimpatriata leoncella al Circolo Cittadino: intorno al mister di allora Franco Vannini si è ritrovata la Jesina che arrivò sesta nella C2 1986-87, presente lo jesino Luca Marchegiani che da lì si lanciò per una carriera fra i pali di Torino, Lazio e della Nazionale, oggi commentatore tv. Presenti, alla serata organizzata coi suoi ex compagni da Paolo Giusti, Adriano Casiraghi, Giovanni Trillini, Sauro Trillini, Piero Petrini, Massimo Busilacchi, Stefano Garbuglia, Fausto Vinti, Francesco Castrini, Stefano Tarabelli e, coi loro racconti di tifosi e appassionati storici, Fabio Galeazzi, Bruno Sassaroli e Sandro Ciccarelli.