Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio, molti pezzi pregiati lasciano l’Ascoli: quali scelte per il prossimo campionato di B?

In partenza Sabiri, Brosco e Baijc. Resta solo Dionisi per la prossima stagione. Squadra da ricostruire da parte del Ds Lupo

Ascoli calcio, il difensore bianconero Riccardo Brosco

ASCOLI – Resterà, almeno si spera, Federico Dionisi anche per la prossima stagione. L’attaccante reatino è stato, da gennaio scorso uno dei protagonisti della miracolosa salvezza dell’Ascoli in serie B. E la sua esperienza oltre che l’impegno che mette in campo ad ogni partita, sono una garanzia per la squadra. Ma tranne Dionisi, sembra che quasi tutti i pezzi pregiati della formazione bianconera siano sul piede di partenza.

Sabiri verso le squadra di serie A

A cominciare da Sabiri che, a fasi alterne, ha comunque dato il suo contributo alla compagine allenata da mister Sottil. Il fantasista tedesco di origini marocchine è già da tempo richiestissimo sul mercato, anche e soprattutto da club di serie A. E dunque lascerà il Picchio per fare il salto di categoria, approdando probabilmente in una delle due squadre genovesi (Genoa o Sampdoria). Questo almeno è l’ipotesi più probabile, stando agli ultimi rumors estivi.

Salutano anche Baijc e Brosco

Ma se di Sabiri si sapeva, del centravanti bosniaco Baijjc forse un po’ meno. Tornato all’Udinese andrà probabilmente a giocare con il Brescia. L’attaccante ha disputato un finale di campionato strepitoso, segnando spesso più di un gol a partita e diventando fondamentale per il cammino dell’Ascoli. Perdere uno come lui, che si era sbloccato nella seconda parte della stagione, anche per merito del lavoro del tecnico Sottil, non farà troppo bene alla compagine bianconera.

Mister Sottil

E della rosa non sarà nel prossimo torneo cadetto neppure il capitano Brosco, 30enne, difensore coriaceo e punto di riferimento per i più giovani calciatori del gruppo. Sembra che la società gli abbia offerto il rinnovo del contratto per due anni, ma lui ha deciso di trasferirsi al Bari, accettando la proposta forse più sostanziosa dell’ex direttore sportivo del Picchio, quel Ciro Polito che era arrivato nel dicembre scorso nel Piceno, facendo molto bene a cominciare dalla scelta di Sottil come allenatore.

Il Ds Lupo deve ricostruire la squadra

A proposito di Ds, e viste queste premesse, è da capire adesso su quali obiettivi sta lavorando il nuovo dirigente assunto dal patron Pulcinelli. Parliamo di Fabio Lupo, ufficializzato dalla società il 16 giugno scorso. Sostituire in blocco Sabiri, Baijc, Brosco e forse altri ancora, non sarà facile. C’è da sperare che il capace tecnico torinese sappia dare a lui e al patron le dritte giuste per evitare una falsa partenza come nei due ultimi campionati.