Continuano gli incentivi Citroen
Continuano gli incentivi Citroen
Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La Filottranese prepara il derby di domenica

Dopo il pareggio di Camerino, la capolista riceverà al San Giobbe l'Osimana di Mobili. Coach Marco Giuliodori alza il livello d'attenzione: «L'Osimana ha dei giocatori che la rendono una formazione da playoff»

La Filottranese in campo domenica alle 14.30 nel derby con l'Osimana

FILOTTRANO – Per la Filottranese è un appuntamento da non sbagliare. Un derby utile per il morale e per la classifica, che potrebbe mettere in palio qualcosa di più di semplici tre punti. Sono queste le tante prerogative in attesa del big match di domenica con l’Osimana, che andrà in scena al San Giobbe alle 14.30. Dopo il pareggio di Camerino (0-0 il risultato) è importante per la capolista tornare ad un risultato positivo per mandare un segnale inequivocabile alle avversarie.

«Se potessi avrei evitato di incontrare l’Osimana in questo momento – sono le parole mister Marco Giuliodori – I giallorossi sono reduci dal rotondo successo esterno contro il Mondolfo, una squadra di vertice, e sembrano essersi galvanizzati dall’arrivo in panchina Roberto Mobili, tecnico che non ha bisogno di tante presentazioni».

Un analisi globale sulla formazione giallorossa che poi entra più nello specifico: «In generale l’Osimana ha diversi giocatori di qualità dal centrocampo in su che la rendono una formazione da play-off. Quando arriva un nuovo allenatore i giocatori sono sempre maggiormente motivati e credo che verranno a Filottrano per cercare di fare punti. Del resto è un derby, in cui ci sarà una bella cornice di pubblico, e tutti vogliono fare bella figura».

Il Filottrano ci arriva bene, recuperando anche qualche elemento: «Dal canto nostro vogliamo continuare a rimanere in vetta ed allungare la striscia positiva di risultati, oltre a rifarci dal pareggio di Camerino che ci ha lasciato un po di rammarico. Dovrebbero tornare Duranti e Grassi, mentre mancheranno ancora Moretti, Pomeri e Michele Meschini».