Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Fermana, exploit esterno con l’Imolese. Ginestra ancora decisivo

Importante vittoria dell’undici di Antonioli sul terreno dell’Imolese. Seconda vittoria consecutiva dopo un pessimo avvio di torneo. Mister Antonioli: «Veramente grandi»

L'estremo difensore Paolo Ginestra, giunto al terzo rigore parato in sette gare

VERONA- La Fermana bissa il successo di mercoledì scorso con il Gubbio, andando a vincere di misura al “Cavagnin-Nocini” di Verona, teatro della formazione di casa del “Virtus VecompVerona. La vittoria con il Gubbio ha dato una spinta incredibile alla formazione di mister Antonioli che, reduce da un avvio di torneo shock, ha saputo serrare le fila partendo, come sottolineato più volte dal mister, da una maggior solidità difensiva capace di dare poi maggior equilibrio ad una squadra che aveva concesso tanto, troppo alle avversarie sino ad ora.

Per quanto riguarda la gara, sono stati i padroni di casa ad avere l’occasione più ghiotta per passare in vantaggio al 21’, grazie ad un rigore causato da un fallo di mano di Manetta, poi espulso. L’attaccante imolese Polidori però, sbaglia, ipnotizzato da un Ginestra letteralmente in stato di grazia, giunto addirittura al terzo rigore stagionale parato in sole sette gare. Fermana dunque in 10 uomini, ma che prova ugualmente a distendersi in attacco. Nel secondo tempo arriva infatti la rete che decide la gara. È Kingsley Boateng, eroe di giornata che, su un calcio d’angolo battuto da Grossi, appostato sul secondo palo, realizza la rete decisiva al 50’. Nonostante l’uomo in meno, la Fermana riesce a portare a casa la gara, conquistando 3 punti preziosissimi.

Imolese-Fermana 0-1, l’esultanza dei giocatori canarini negli spogliatoi

Questo il tabellino del match:

IMOLESE-FERMANA 0-1

IMOLESE (3-5-2): Siano; Boccardi (40’ st Masala), Carini, Rinaldi; Alboni, Torrasi, Lombardi (12’ st Morachilli), Provenzano, Tonetto (24’ st Ingrosso); Polidori (24’ st Sall), Stanco (12’ st Ventola). All.Cevoli

FERMANA (4-3-1-2): Ginestra; Rossoni, Manetta, De Pascalis, Mordini; Urbinati, Grossi (25’ st Iotti), Bigica (32’ st Staiano); Liguori (22’ Scrosta); Boateng (32’ st Palmieri), Raffini (25’ st Cognigni) All. Antonioli

ARBITRO: Longo di Cuneo

RETI: 50’ Boateng

NOTE: Ammoniti Rinaldi, Urbinati, Ginestra. Espulso al 21’ Manetta per doppio giallo

È raggiante mister Antonioli a fine gara: «È stata assolutamente una gara incredibile, d’altri tempi la posso definire, e mai come questa volta complimenti veri ai ragazzi per quello che hanno dato, che hanno messo in campo per tutta la gara. Son sincero, l’approccio era stato molto buono e ce la stavamo giocando molto bene contro una squadra imbattuta in casa e terza in classifica, quindi molto in forma. Poi è arrivato quell’episodio e devo dire che sembrava veramente mettersi male. Ginestra ha però compiuto il solito intervento super su rigore, il terzo in sette giornate, ma non ci siamo mai disuniti realmente. Anzi, nel primo tempo abbiamo anche creato un paio di grandi occasioni. Nella ripresa è arrivato subito il gol subito e poi abbiamo contenuto. I ragazzi sono stati eccezionali. Tutti hanno messo un grande mattoncino per questo successo, chi è entrato in campo subito, chi lo ha fatto dopo. Veramente grandi. In questi giorni ho detto ai ragazzi di alzare la testa e pensare positivo. Mancano dei giocatori, anche importanti senza dubbio, ma siamo un gruppo forte e sappiamo supportare ogni difficoltà ed ogni assenza. Boateng si è confermato un buon giocatore. Questo è lo spirito giusto, questa è la Fermana».