Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio, Fermana: in attesa del mercato annunciata la risoluzione con il direttore operativo Di Bari

«Dalla società il grazie più sincero per il lavoro svolto in questo triennio». In casa gialloblù sono iniziate le prime manovre in merito all'organizzazione societaria, poi si guarderà al mercato

Michele Di Bari
L'ex direttore operativo Michele Di Bari

FERMO – La Fermana prosegue nella sua attività di programmazione del futuro. La società di calcio militante in LegaPro, con in testa il patron Maurizio Vecchiola che ha già dato conferma del suo impegno per la prossima stagione, dovrà innanzitutto rieleggere il proprio presidente, visto l’azzeramento delle cariche sociali, come ormai da consuetudine alla fine di ogni stagione, e iniziare a mettere in ordine i vari tasselli per la costruzione della squadra.
L’ex presidente Umberto Simoni, comunque, ha già dato conferma della propria disponibilità in caso di nuova rielezione, così da poter contare su un altro solido punto di riferimento per la società e la tifoseria canarina.

Per quando riguarda l’aspetto organizzativo invece, la società, tramite una propria nota, ha comunicato la risoluzione del rapporto con il direttore operativo Michele Di Bari, che con grande professionalità e indubbie capacità organizzative ha guidato la segreteria e l’intera parte organizzativa della società negli ultimi tre anni, coincisi con il ritorno della Fermana nel professionismo.
Questa la nota della Fermana: «Dalla società il grazie più sincero per il lavoro svolto in questo triennio nel quale sono state apprezzate le qualità umane di un professionista autentico, cui vanno i migliori auguri per un roseo futuro professionale».

L’ex dirigente gialloblù ha poi voluto salutare la società e tutto l’ambiente che lo ha visto all’opera così: «Finisce per me un’importante esperienza professionale che mi ha portato qui a Fermo per tre anni. Il mio grazie va a Maurizio Vecchiola, a tutti i soci e a Fabio Massimo Conti che mi ha voluto ormai alcuni anni fa, scegliendomi subito dopo il ritorno tra i professionisti della Fermana. Il saluto e il grazie a tutti i colleghi, collaboratori e consulenti esterni della Fermana con i quali ho avuto il piacere di lavorare in queste stagioni. Un saluto ad Alberto Scarfini e Paolo Calcinaro che sono stati presenti nel corso degli anni e con i quali la collaborazione è stata sempre costruttiva e positiva. La città di Fermo lascia in me un ricordo importante e una parentesi professionale indubbiamente significativa».

Per quanto riguarda infine il mercato, è ancora presto per parlarne, anche se è stato più volte ribadito che la Fermana reciterà sempre il proprio ruolo di formazione di tutto rispetto anche nel prossimo torneo. È naturale che, per la costruzione della squadra poi, bisognerà ripartire anche dal discorso allenatore. Con Antonioli arriverà a breve un incontro in cui le parti chiariranno le proprie intenzioni. Da lì poi si inizierà a guardare al mercato in base anche alle importanti indicazioni del mister che allenerà la Fermana nella prossima stagione.
Arrivata, per il momento, la sola ufficialità della conferma dell’attaccante Luca Cognigni, che a Fermo ha ritrovato la sua dimensione dopo un bruttissimo infortunio che ne aveva compromesso addirittura la carriera qualche anno fa con la maglia dell’Ancona.